rotate-mobile
Altro

Pallanuoto, spettacolo puro nel derby siciliano: fra Telimar e Ortigia finisce 8-8

Si chiude in parità il match della seconda giornata del girone di ritorno del campionato di A1, che si è disputato nella piscina Nesima di Catania. Il club dell’Addaura sale a quota 31 punti, a tre lunghezze dagli uomini di Piccardo, primi inseguitori delle inarrivabili Recco e Brescia

Come ogni derby che si rispetti, è stato puro spettacolo alla piscina Nesima di Catania, teatro della sfida tra Ortigia e TeLiMar: 8-8 il risultato finale nella seconda giornata del girone di ritorno del campionato di A1, al termine di un match giocato tutto sul filo di lana. Partono bene i palermitani, con gli aretusei che restano agganciati fino a metà del secondo tempo. Poi, continui capovolgimenti di fronte, ma nessuna netta predominanza. Pareggio giusto, che permette al club dell’Addaura di salire a quota 31 punti, a sole tre lunghezze dagli uomini di Piccardo, primi inseguitori delle inarrivabili Recco e Brescia.

La cronaca

In avvio, Irving pesca Giorgetti ai due metri solo davanti a Tempesti: 0-1, con i padroni di casa che reagiscono e guadagnano un rigore. Va Francesco Condemi, il cui tiro si infrange sul palo alla sinistra di Jurisic. È Cassia a riportare equilibrio. La prima frazione si chiude sull1-2 per il raddoppio di Giorgetti in superiorità. Il secondo parziale vede le due difese giocare magistralmente. A spuntarla è solo Condemi sul finale per il 2-2 su cui si va all’intervallo lungo.

La stanchezza si fa sentire soprattutto in fase difensiva, con il terzo tempo che regala gol a raffica da entrambe le parti: a Hooper in più risponde Cassia con un alzo e tiro. Poi, Ferrero porta per la prima volta i siracusani avanti con una rete in superiorità. Ci pensa Irving con un gran tiro dai 6 metri a rimettere le cose in chiaro. Ribatte ancora Cassia con una palomba, ma Del Basso e Hooper, entrambi in extra player, effettuano un controsorpasso. Agli ultimi 8 minuti di gioco, però, si arriva ancora in perfetta parità: 6-6 per la palombella di Ferrero.

Il numero 7 in calottina bianca si ripete su uomo in più in apertura dell’ultimo quarto, ma gli risponde Del Basso dal palo in superiorità. Napolitano su ribattuta per il nuovo +1. Ma Irving a uomini pari con gran decisione aggiorna il tabellone sul definitivo 8-8.

Il post partita

«Partita equilibrata – commenta l’allenatore del TeLiMar, Gu Baldineti – Poteva finire con una vittoria di misura dell’una o dell’altra contendente. L’unico rammarico è che sull’ultima azione avremmo potuto giocare meglio l’uomo in più. Alla fine, il pareggio è il risultato più giusto. Arrivavamo a questo appuntamento dopo l’unica sfida persa contro di loro con diversi gol di scarto degli ultimi anni. Da quel momento la squadra ha continuato a lavorare, a crederci e a crescere. Lo dimostra la vittoria contro il Savona. Abbiamo fatto grandissimi progressi. Siamo sulla strada giusta per riuscire a combattere per un posto tra le prime sei o forse quattro. Da una sconfitta rotonda ad una quasi vittoria: adesso siamo allo stesso livello dell’Ortigia».

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Torniamo dalla trasferta di Catania con un punto che vale oro, meritatissimo, al termine di un match giocato magistralmente dai miei ragazzi ben orchestrati da coach Baldineti. Restiamo così al quarto posto insieme al Savona a soli tre punti dall'Ortigia, in un Campionato che si sta mostrando sempre più avvincente per quanto riguarda la parte alta della classifica. Ora testa alla partita casalinga di sabato contro il Posillipo. Dobbiamo mantenere la concentrazione altissima, anche se ricaricare le batterie dopo la battaglia di oggi non sarà certamente facile». 

Il tabellino

CC Ortigia: Tempesti, Cassia 3, Carnesecchi, Condemi A., Di Luciano, Velkic, Ferrero 3, Gorria Puga, Condemi F. 1, Rossi, Vidovic, Napolitano 1, Ruggiero – Allenatore: Stefano Piccardo
TeLiMar: Jurisic, Del Basso 2, Vitale, Di Patti, Giorgetti 2, Hooper 2, Giliberti, Pericas, Lo Cascio, Occhione, Lo Dico, Irving 2, Washburn - Allenatore: Marco Gu Baldineti
Arbitri: Daniele Bianco, di Rapallo (GE) e Bruno Navarra, di Roma – Delegato: Claudio Marchisello
Parziali: 1-2; 1-0; 4-4; 2-2 – Superiorità: Ortigia 3/10 + rigore fallito; TeLiMar 5/13.
Note: Usciti per limite di falli Giorgetti (TeLiMar), Ferrero e Di Luciano (Ortigia) nel IV tempo. Francesco Condemi (Ortigia) fallisce un tiro di rigore (palo) nel I tempo. Spettatori: 200 circa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, spettacolo puro nel derby siciliano: fra Telimar e Ortigia finisce 8-8

PalermoToday è in caricamento