rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Altro

Pallanuoto, il TeliMar vince il primo round della finale di Len Euro Cup: contro il Cn Sabadell finisce 9-7

I padroni di casa s'impongono al termine di una partita tiratissima con ritmi sostenuti da ambo le parti. Alla piscina comunale di viale del Fante, presenti anche il sindaco Orlando e l'assessore Petralia Camassa. La soddisfazione del presidente Giliberti: "Siamo in corsa per un trofeo prestigiosissimo, sarebbe la prima volta"

Davanti al proprio pubblico il TeLiMar Palermo non sbaglia: vittoria per 9-7 alla piscina comunale contro l’Astralpool Club Natació Sabadell nella gara uno della finale di Lem Euro Cup. Partita che si conferma tiratissima come da pronostico, con ritmi sostenuti da entrambe le squadre.

Padroni di casa sempre avanti e catalani sempre alle calcagna. Il Club dell’Addaura prova lo strappo a inizio del terzo periodo, ma viene riagguantato in avvio dell’ultimo quarto di gioco dagli uomini schierati da Colet. I ragazzi guidati da Baldineti, però, sostenuti per la prima volta in due anni dai tifosi sugli spalti, non si danno per vinti, restano uniti e concentrati, riuscendo con un colpo di reni a portarsi di nuovo sopra di 2 goal. Sul finale, dopo la rete di Cabanas a 1’30 dalla sirena, gli uomini del presidente Giliberti sono capaci di approfittare di una grossa ingenuità degli spagnoli, che fanno rientrare in vasca Veich nonostante i tre falli, e a 2” con Irving firmano il definitivo 9-7 con cui si va a Gara 2, in programma in Catalogna il 26 marzo.

La cronaca del match

Sbloccano il risultato i palermitani con il vice capitano Di Patti su uomo in più. I catalani riportano equilibrio con Valera in superiorità. I ragazzi guidati da Baldineti tornano sopra con Lo Dico in più per il 2-1 che chiude il primo tempo, con il TeLiMar che spreca anche l’occasione di portarsi sul +2 su rigore, per la parata di Lorrio su tiro di Vlahovic.

In avvio del secondo periodo il Sabadell agguanta momentaneamente il pareggio con Veich in più, ma sempre in superiorità rimette le cose in chiaro il Club dell’Addaura con Lo Cascio per il 3-2. Grande prestazione di Nicosia che difende bene la porta dei palermitani, ma non può nulla sul tiro di Averka del 3-3 arrivato su uomo in più. Alla seconda occasione dai cinque metri, stavolta Vlahovic si fa perdonare e segna la rete del 4-3 su cui si va all’intervallo lungo.

La seconda metà del match vede il TeLiMar provare l’allungo con Occhione e Irving su uomo in più, ma subisce da Sanahuja in più e da Banicevic a uomini pari, con il terzo periodo che si chiude sul 6-5. Partita dai ritmi tiratissimi anche negli ultimi otto minuti di gioco, con il Sabadell che acciuffa il pareggio con Banicevic in rapida ripartenza, ma con uno scatto d’orgoglio i padroni di casa, spinti dai 511 sugli spalti, si portano sul 7-6 con un euro-goal di Lo Dico e allungano con Marziali in più, concretizzando le indicazioni ricevute nel primo dei due Time Out disponibili. Il Sabadell resta, però, in partita e in superiorità accorcia le distanze. A 2” dalla sirena, ingenuità della panchina catalana, che fa rientrare Veich nonostante i tre falli. Gli abritri Koryzna e Schwartz assegnano rigore, trasformato da Irving per il definitivo 9-7. Usciti per limite di falli Turchini (TeLiMar) e Veich (Sabadell) nel quarto tempo. Espulsi per gioco violento Valera (Sabadell) nel terzo tempo e Basic (TeLiMar) nel quarto tempo.

Un turbine di emozioni per il portiere Gianmarco Nicosia, migliore in vasca per i suoi: "Non eravamo pronti a reggere questo tipo di emozioni. Ancora non abbiamo fatto nulla, restiamo umili e pensiamo sempre alla partita successiva, passo dopo passo". Da una sfida delicata come quella di oggi, è l’intero gruppo ad emergere: "La parola chiave della partita è fiducia - prosegue -, fiducia nel proprio compagno. Lo abbiamo dimostrato anche oggi, con la grinta che riesce a sopperire alla stanchezza, nonostante la doppia delicatissima sfida che ci ha riservato il calendario in una settimana, tra Brescia e Sabadell. Questa stessa grinta, che ci spingerà anche al ritorno in Catalogna e che ci sta permettendo di crescere giorno dopo giorno, mostrando una pallanuoto di alto livello. Ben vengano esperienze come questa, perché ci potranno portare verso obiettivi sempre più ambiziosi".

Marcello Giliberti, presidente TeLiMar: "Vittoria meritatissima, certamente importante, che ci tiene in corsa per la conquista finale di questo prestigiosissimo trofeo, che sarebbe il primo nella storia della pallanuoto maschile palermitana. Dobbiamo mantenere altissima la concentrazione, sia in termini di prevenzione al Covid19 che mentalmente, perché a Sabadell sarà una battaglia interminabile. Complimenti agli amici spagnoli del Presidente Claudi Martí - davvero bravi e leali - che hanno con noi onorato lo sport, mostrando una pallanuoto dinamica e spettacolare. Nota di colore il nostro straordinario pubblico in tribuna. Siamo riusciti in pochissimo tempo a riempire tutti i 511 posti consentiti dalle vigenti norme finalizzate al contenimento del contagio da Covid19. Era presente anche una rappresentanza di una ventina di “aficionats” del Sabadell, che hanno tifato costantemente in maniera composta. Al termine di questa intensa giornata, sono orgoglioso di tutto, a cominciare dalla straordinaria prestazione dei nostri atleti palermitani, vero zoccolo duro della squadra".

"Una vittoria straordinaria che conferma l'eccellenza di TeLiMar - commenta il sindaco Leoluca Orlando, presente sugli spalti della piscina comunale -. Esprimo la mia gioia per aver assistito al match in questa splendida piscina con gli spagnoli, costretti a subire la superiorità dei nostri atleti, ma sicuramente attratti dalla bellezza della città e dell'impianto che merita questo palcoscenico europeo. E' stato importante poter disputare la partita in questa struttura, con gli spalti pieni di tifosi, grazie all'impegno dell'amministrazione comunale, del club TeLiMar e di quanti, in condivisione di impegno, hanno reso possibile questo pomeriggio di sport". 

"Straordinario risultato sportivo - conclude l'assessore allo Sport, Paolo Petralia Camassa - che inorgoglisce non solo tifosi e appassionati ma tutta la città di Palermo. Una strameritata vittoria di una società solida che ormai da anni lavora per arrivare ai vertici e che quest’anno, con un enorme contributo dell’allenatore Baldineti, dei giocatori e di tutto lo staff, ha portato Palermo in Europa. Adesso si vola in Spagna con tutta la grinta e il sostegno della città intera".

Il tabellino

TeLiMar: Nicosia, Turchini, Di Patti 1, Occhione 1, Vlahovic 1 (su rig.), Giliberti, Marziali 1, Lo Cascio 1, Irving 2 (1 su rig.), Lo Dico 2, Basic, Washburn - Allenatore: Marco Gu Baldineti (*)
CN Sabadell: Lorrio, Cabanas 1, Gil, Teclas, Sanahuja 1, Valera 1, Bertran, Bonet, Averka 1, Banicevic 2, López-Escribano Jara, Veich 1, Serrano – Allenatore: Joaquim Colet
Arbitri: Radoslaw Koryzna (POL) e Matan Schwartz (ISR) – Delegato LEN: Milivoj Bebic (CRO)
(*) il TeLiMar schiera 12 giocatori a referto a causa della squalifica senza sostituzione di Mario Del Basso

Parziali: 2-1; 2-2; 2-2; 3-2.
Superiorità: TeLiMar 5/10 + 3 rigori (il primo fallito da Vlahovic nel primo tempo); CN Sabadell 3/8.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, il TeliMar vince il primo round della finale di Len Euro Cup: contro il Cn Sabadell finisce 9-7

PalermoToday è in caricamento