rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Altro Palazzo Reale-Monte di pietà / Piazza Verdi

Automobilismo, il Giro Di Sicilia spegne 110 candeline: 200 le auto d'auto in gara

La partenza della manifestazione, ideata da Vincenzo Florio nel 1912, giovedì alle 12 da piazza Verdi

Prenderà il via il 5 maggio alle 9,30 da piazza Verdi e andrà avanti sino a domenica 8, con arrivo alle 9 in via Libertà, la 31esima rievocazione del Giro Di Sicilia 2022. La manifestazione automobilistica, ideata da Vincenzo Florio nel 1912, che può annoverarsi tra le corse più antiche al mondo festeggia il 110esimo anniversario. Sono 200 le auto d'epoca in gara. Anche quest’anno sarà presente la Fiat 600, anni 60, modificata per paraplegici per porre l’attenzione al tema della disabilità, un evento nell'evento per abbattere le “vere” barriere della diversità: quelle mentali.

“Anche quest’anno per il 110esimo anniversario si rinnova l’inserimento della manifestazione nel 'Circuito Tricolore', un grande riconoscimento - dichiara il presidente del Veteran Car Club Panormus nonché organizzatore della manifestazione,  Antonino Auccello - per la rievocazione del Giro di Sicilia da parte di Asi. Il riconoscimento è frutto di un lavoro di squadra non solo dei componenti del Direttivo del club ma di tutti i volontari che, a vario titolo, contribuiscono al successo dell’evento culturale-turistico. Vorrei ringraziare, oltre alle istituzioni e i vari sponsor che  supportato l’evento, tutti i partecipanti di questa edizione che sempre più numerosi credono in noi, con l’auspicio che il 110esimo anniversario possa regalare un 'viaggio' che sia anche interiore in condivisione e fratellanza di valori”.

Il percorso

Il percorso interesserà Palermo, Catania, Agrigento, Siracusa, Ragusa, Erice, Marsala, la Valle dei Templi, Ragusa Ibla, Noto, Ortigia, Cefalù, nonchè luoghi meno intercettati dai circuiti di massa, ma che rappresentano l’essenza delle nostre tradizioni, come Montelepre, Montallegro, Porto Empedocle, Palma di Montechiaro, Regalbuto, Leonforte e Nicosia che saprà ancora una volta regalare una accoglienza targata anni 60.

I trofei

L'edizione di quest'anno sarà condita da vari trofei tra i quali quello dedicato al grande Nino Vaccarella, il preside volante scomparso lo scorso settembre; Mariano Rossi, socio storico del Panormus, nonché quello dedicato ad Antonino Panepinto conosciuto come lo “zio Nino”, costola del club Panormus, presente nel cuore di molti  appassionati del motorismo storico, malgrado la sua dipartita.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automobilismo, il Giro Di Sicilia spegne 110 candeline: 200 le auto d'auto in gara

PalermoToday è in caricamento