rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Altro Mezzomonreale-Villa Tasca

La casa reale dei Borbone dona tute sportive agli atleti disabili di judo della palestra Oxygen

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Nel tardo pomeriggio di ieri la Famiglia Reale dei Borbone si è recata, accompagnata dal Delegato vicario Nobile Antonio di Janni e dal Cav. Uff. Avv. Claudio Ragusa, alla Palestra Oxygen Fitness Place di Palermo di via Filippo Paruta n.10/A-E, per consegnare agli atleti diversamente abili del corso di judo delle divise sportive con lo stemma reale ed il nome delle Principesse Maria Carolina e Maria Chiara di Borbone. La Famiglia Reale è stata accolta dai proprietari della palestra, dai Maestri del corso di judo Francesco Paolo Bondì, Rosolino Giglio, Giosuè Giglio e Federica Marano, nonché dagli atleti disabili che hanno manifestato tutta la loro emozione nel conoscere personalmente degli ospiti così prestigiosi, venuti appositamente per loro da Parigi. Il Maestro Giosuè Giglio ha ringraziato il Principe Carlo, di recente insignito della cittadinanza onoraria del comune di Monreale, e la Principessa Maria Carolina per l’attenzione mostrata nei confronti di questi ragazzi, non solo a seguito della donazione di queste bellissime tute sportive ma, anche e soprattutto, per averle volute consegnare personalmente perché spinti dalla volontà di conoscere e scambiare quattro chiacchiere con ciascun atleta.

Il Maestro Giglio inoltre, ha ricordato che nel mese di ottobre alcuni atleti non solo hanno partecipato al campionato regionale promosso dalla Fisdir - Federazione Italiana Sport Paraolimpici degli Intellettivo Relazionali – ma che alcuni judoka appartenenti alla Nazionale Italiana, sono stati convocati e saliti sul podio agli Euro Trigames, Campionato Europeo organizzato dalla SUDS, organismo internazionale che promuove lo sport in tutto il mondo per gli atleti con sindrome di Down ai massimi livelli di eccellenza sportiva. Il Principe Carlo e la Principessa Maria Carolina hanno ringraziato i maestri per la loro attività ricordando l’importanza che lo sport ha nella crescita personale e relazionale di ciascun individuo, sviluppando il senso di squadra e di collaborazione reciproca. Inoltre, la Principessa ha promesso che non farà mancare il suo sostegno ed il suo supporto per tutte le necessità di questi brillanti atleti. Questi insieme al maestro si sono esibiti dinanzi alla Famiglia Reale ed a tutti gli intervenuti mostrando alcune prese e tecniche di judo.

La stessa Principessa ha partecipato attivamente chiedendo che le venissero spiegate alcune prese e si è cimentata anch’essa nel riprodurle con l’aiuto dei tecnici. Tra i presenti anche Germano Bondì, presidente regionale Endas Sicilia, che ha ringraziato i Reali e manifestato tutta la vicinanza e l’impegno dell’ente di promozione sportiva per favorire lo sport integrato, con la finalità di sviluppare attività a carattere sportivo dove atleti con disabilità e normodotati possano allenarsi e competere insieme. Ha tra l’altro spiegato come Endas creda fermamente che la pratica sportiva debba essere considerata come un mezzo per promuovere la cultura dell’integrazione dove lo spirito competitivo lascia il posto all’accrescimento tecnico, morale e caratteriale esaltando il principio della «diversità» umana come ricchezza. Lo sport integrato è l’anello di congiunzione tra il mondo dello sport e il terzo settore. La visita si è conclusa con la gioia e la felicità di tutti gli intervenuti e lo scambio di doni tra S.A.R. il Principe Carlo, la Principessa Maria Carolina e tutti i maestri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casa reale dei Borbone dona tute sportive agli atleti disabili di judo della palestra Oxygen

PalermoToday è in caricamento