rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Altro

Campionato europeo di Ju jitsu, a Creta gli atleti della scuola Akiyama di Capaci conquistano 5 ori, 2 argenti e 2 bronzo

Ben 13 i ragazzi, accompagnati dal maestro Cristian Minuto, che da Palermo sono volati in Grecia per partecipare alla competizione. Sul podio Giulia Balsamo, Vittoria Graziano, Edoardo Costa, Manuel Adrignolo, Giorgio Luna, Giulia Di Maggio, Mattia Costa, Martina Martorana e Antonino Gallina

Incetta di medaglie per gli atleti della scuola Akiyama Ju jitsu di Capaci al campionato europeo che si è svolto a Creta dal 1 al 3 aprile. I ragazzi hanno conquisto ben 5 ori, 2 argenti e due bronzi per un totale di nove premi. Diciotto in tutto le medaglie vinte dagli italiani. Ben 13 gli atleti che da Palermo sono volati in Grecia per partecipare alla competizione, accompagnati dal maestro Cristian Minuto. Giulia Balsamo, Vittoria Graziano, Edoardo Costa, Manuel Adrignolo e Giorgio Luna i siciliani che hanno ottenuto il riconoscimento più ambito. Secondo gradino del podio invece per Giulia Di Maggio e Mattia Costa. I bronzi sono andati a Martina Martorana e Antonino Gallina.

"Per l’ennesima volta - commentano dal club capaciota - è stato dimostrato che la società Akiyama Budo Club è la migliore, la prima scuola di Ju jitsu in Sicilia e in tutto il territorio nazionale a svolgere con immenso e straordinario successo tale disciplina. Oltre alla professionalità ampiamente dimostrata negli anni, dall’allenatore Cristian Minuto, la bravura e capacità di questo condottiero che giorno dopo giorno, gara dopo gara, allenamento dopo allenamento, un passo alla volta e con i piedi ben piantati per terra ha dimostrato che nessuna meta è irraggiungibile". 

Il maestro, atleta di spessore internazionale, e i suoi ragazzi hanno scritto una meravigliosa pagina di storia dello sport siciliano. "Sacrificio, umilità, intraprendenza, perseveranza, sono stati i compagni di viaggio che - per l’ennesima volta - hanno portato la scuola sulla vetta europea. I ragazzi - aggiungono dalla società capaciota - hanno dimostrato un’eccellente e straordinaria prestazione nell’avventura di Heraklion Creta che li ha enormemente ripagati degli innumerevoli sacrifici fatti durante la lunga preparazione. E’ stata un’impresa 'ardua' per i medagliati e lo è stata altrettanto per Pietro Bologna, Raoul Bruno, Simona Bonomolo e Emanuele Passalacqua, alla prima esperienza ad una competizione di livello internazionale, che non ce l’hanno fatta. Grazie anche a questi straordinari ragazzi. Tutti hanno lottato con coraggio e tenacia a prescindere dai risultati conseguiti dimostrando - concluno dal club - di avere “le carte” in regola per partecipare alle prossime competizioni internazionali e difendere i colori azzurri e quelli dell'Akiyama".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campionato europeo di Ju jitsu, a Creta gli atleti della scuola Akiyama di Capaci conquistano 5 ori, 2 argenti e 2 bronzo

PalermoToday è in caricamento