Al rally Valli del Sosio Alessio Profeta e Sergio Raccuia cercano il bis

Alessio Profeta: “Quest’anno proveremo a bissare il successo dello scorso anno. Per noi questo è un appuntamento da non perdere”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dopo i punti preziosi ottenuti alla 104^ edizione della Targa Florio ed il mancato svolgimento del Rally di Sanremo per le avverse condizioni meteo i palermitani Alessio Profeta e Sergio Raccuia si preparano a dar battaglia al Rally Valli del Sosio, appuntamento rallystico che li ha visti protagonisti lo scorso anno, nel quale si sono aggiudicati la vittoria assoluta. Alessio Profeta, da quest’anno portacolori di Aci Team Italia, si presenta al Rally Valli del Sosio con il numero uno sulle portiere, grazie alla vittoria assoluta conquistata lo scorso anno in una gara condotta in modo eccellente, vincendo le prime 6 prove speciali in programma dell’edizione 2019, concedendo ai diretti inseguitori le ultime due prove.

“La trasferta sanremese ci ha lasciati con l’amaro in bocca, - ha commentato il pilota di Aci Team Italia Alessio Profeta-, non tanto per non aver potuto disputare la gara, ma per i disagi ed i danni arrecati alla popolazione ligure, per colpa del maltempo. L’allerta arancione aveva portato gli organizzatori a dover annullare lo shakedown e la scelta di annullare la gara, visti i danni della notte, è stata la cosa migliore da fare. È dispiaciuto a tutti, ma era l’unica cosa da fare, anche per permettere ai soccorritori di procedere senza ulteriori difficoltà e disagi. Adesso pensiamo però a questo rally, per noi, un appuntamento da non perdere, che lo scorso anno ci ha regalato il primo posto assoluto. Partiamo con l’obiettivo di far bene e perché no, di ripeterci, grazie anche alle nostre coperture Pirelli. Purtroppo quest’anno non potremo godere della presenza del pubblico in prova, visto le normative anti Covid, ma speriamo che presto si ritorni alla normalità".

“In questa gara il meteo dovrebbe essere favorevole, - ha dichiarato il navigatore Sergio Raccuia-, visto che veniamo dall’annullamento del Rally di Sanremo ed una Targa Florio con meteo incerto fino all’ultima prova, ma dove abbiamo dimostrato di avere un ottimo passo anche sotto la pioggia. Dopo il successo dello scorso anno, quest’anno siamo l’equipaggio da battere e faremo di tutto per onorare i colori di Aci Team Italia e del nostro team PrOli. Lo scorso anno è stata una bella battaglia e quest’anno siamo certi che non sarà da meno.” Lo shakedown verrà allestito lungo un tratto della speciale di Sant'Anna. Tre le speciali in programma che verranno ripetute per tre volte: Sant'Anna di 6,4 chilometri, Caltabellotta che vedrà il chilometraggio ridotto a 7,7 chilometri a differenza dei 9,9 iniziali e la San Carlo 6,48. Riordini previsti a Caltabellotta e alla zona industriale di Chiusa Sclafani dove sarà ubicato anche il parco assistenza. Il percorso, che si snoda lungo il territorio attraversato dal fiume Sosio, misura 240,84 chilometri dei quali poco più di 61 sono di tratti cronometrati. Le verifiche tecniche e sportive si terranno a Burgio nella mattinata di sabato 10 ottobre. Il complesso storico monumentale della Badia, a Chiusa Sclafani, ospiterà la direzione gara, la sala stampa e la segreteria.

Torna su
PalermoToday è in caricamento