Stop Abisso: sarà fermato per tre turni, niente Inter per tutta la stagione

Il fischietto palermitano paga gli errori nel 3-3 tra Fiorentina e nerazzurri. Ha il sospetto di averla combinata davvero grossa e già da domenica sera ha capito che per questo errore pagherà un prezzo

Abisso discute con D'Ambrosio e Candreva dopo aver fischiato il rigore del 3-3

Dal rigore alle minacce di morte. Tutto in poche ore. Ore agitate per Rosario Abisso, il giovane arbitro palermitano, finito nella bufera dopo Fiorentina-Inter 3-3, anche e soprattutto per un rigore dato ai viola al 101'. Il fischietto classe 1985 ha trascorso due notti molto complicate. Ha il sospetto di averla combinata davvero grossa e ha capito che per questo errore pagherà un prezzo. Abisso probabilmente non arbitrerà più l'Inter fino alla fine del campionato. E dovrebbe essere fermato per tre partite. Potrebbe rientrare nel turno del 31 marzo. 

Così l'ad dell'Inter, Beppe Marotta: "Spiegazioni da Abisso? Non me la sento di condannare un arbitro, forse il sistema va rivisto perché è evidente come qualcosa non abbia funzionato e non sta a me indicare un colpevole. Ci deve essere una presa di posizione di chi è 
responsabile di questa struttura per far sì che le performance degli arbitri siano impeccabili. Di sicuro quello che è successo rappresenta
un danno irreparabile nell'economia di una stagione. Spero non sia fatale al termine del campionato. Il gesto di D'Ambrosio è oggettivo e
quello che è successo ha dell'incredibile. Da quando c'è il VAR si tratta dell'errore più grosso".

Intanto è andato giù duro il senatore di Fratelli d'Italia e grande tifoso dell'Inter, Ignazio La Russa, che ha commentato così il rigore beffa dato da Abisso che ha portato al 3-3 della Fiorentina nei minuti di  recupero."Abbiamo subito un'ingiustizia abnorme, questi due punti non ce li ridarà indietro nessuno. Non penso che  l'errore di Abisso sia stato doloso ma certamente si tratta di una colpa gravissima".

abisso insulti 2-2

"Tre indizi fanno una prova - prosegue il vice presidente del Senato all'Adnkronos - visto che ieri l'arbitro ha commesso tre errori sempre contro di noi, i primi due, il rigore che ci ha portato sul 3-1 che  lui non aveva visto e il gol prima concesso poi annullato a Biraghi,  sono stati poi corretti con la Var, il terzo errore invece non ha  voluto correggerlo. Ieri non me ne ero accorto, me lo ha fatto notare  oggi il mio barbiere Cosimo, juventino, che per l'errore ha perso 84  euro, visto che aveva scommesso sul successo dell'Inter per 3-2".

"Sottolineo un'altra cosa: se un episodio simile fosse successo a un'altra squadra, non dico la Juventus, perché ai bianconeri una cosa  simile non può accadere, ma a Roma o Milan ci sarebbero stati titoloni sui giornali e polemiche infinite, invece l'ingiustiza subita  dall'Inter è passata quasi sotto silenzio. Questo per sottolineare che la nostra strada è sempre più in salita rispetto a quella degli altri", conclude La Russa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • Incidente in moto, morto cuoco palermitano di 36 anni a Padova

  • Polizzi Generosa, netturbino morto folgorato: colpito da un fulmine mentre lavorava

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • "Tale e quale show", palermitana stupisce tutti con l'interpretazione di Lady Gaga

Torna su
PalermoToday è in caricamento