rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Sport

Un palermitano in Champions League: il "debutto" di Abisso in Norvegia

Prima presenza da quarto uomo in una partita internazionale: il fischietto classe 1985 ha timbrato il "battesimo" al Lerkendal Stadion per Rosenborg-Bate Borisov

Un palermitano in Champions. Non si ferma la scalata di Rosario Abisso, che ieri ha "assaggiato" il grande calcio internazionale. Il fischietto 34enne era il quarto uomo in Rosenborg-Bate Borisov, partita di ritorno del secondo turno dei preliminari di Champions League. A Trondheim i norvegesi hanno vinto 2-0, ribaltando l'1-2 incassato in Bielorussia. 

Al "Lerkendal Stadion" Abisso si è presentato con i colleghi della quaterna tutta italiana, composta anche dall'esperto arbitro, Marco Di Bello, e dagli assistenti Alessandro Costanzo e Sergio Ranghetti. Poche le polemiche in campo: la partita è infatti filata liscia senza episodi "spinosi".

Un altro premio per Abisso, atteso a una stagione importante che a questo punto potrebbe spalancargli le porte del calcio internazionale. Classe 1985, il palermitano ha fatto il suo esordio assoluto a 16 anni nelle categorie giovanili e dopo tanta gavetta nel 2011 è stato promosso in Can Pro. 

L'esordio nel calcio che conta nel 2014 con le prime apparizioni in B. Il 6 gennaio 2015 il debutto in Serie A nella gara Chievo-Torino. Un evento che era stato celebrato anche dal sindaco Leoluca Orlando che ha deciso di premiare il concittadino per l'esordio in massima serie. Dopo le polemiche in seguito al contestatissimo rigore in Fiorentina-Inter 3-3 dello scorso febbraio è ripartito quasi subito inanellando prove positive che lo hanno riabilitato alla grande. E adesso Abisso ha trovato in Norvegia la tappa più prestigiosa - fin qui - della sua giovane carriera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un palermitano in Champions League: il "debutto" di Abisso in Norvegia

PalermoToday è in caricamento