menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Santiago Garcia

Santiago Garcia

Patatrac Garcia, rimonta Chievo: il Palermo va a passo di Formica

Solo pari al Bentegodi, il secondo di fila della gestione Malesani. Illude il trequartista argentino, poi il connazionale regala un rigore agli avversari. Thereau non perdona: i rosa rimandano l'appuntamento con i tre punti

Un pareggio che non serve a nulla. Che fa anzi piombare il Palermo nel pericoloso labirinto dei “chissà”. Perché ormai è acclarato: questa squadra senza la solita amnesia potrebbe viaggiare in zone tranquille. Anche al Bentegodi, come a Cagliari, Udine e chissà quante altre volte, i rosa inciampano su un'ingenuità e gettano due punti alle ortiche, quando la vittoria sembrava matura. I tre punti mancano dal 24 novembre, una striscia di 11 partite. Che tradotto vuol dire: salvezza sempre più complicata.

LE PAGELLE.

E dire che il Palermo meglio di così oggi non poteva iniziare. Passano appena cinque minuti: Kurtic dalla sua metà campo fa spiovere un pallone in area alla viva il parroco. Acerbi è svagato, e respinge sui piedi dell’unico rosanero nei paraggi. Formica ha un’idea geniale: si coordina, fa rimbalzare il pallone e di prima intenzione incenerisce Puggioni con un sinistro a incrociare sul palo più lontano. Passano due minuti e Malesani brucia il primo cambio. Morganella va ko dopo un contrasto e lascia il campo a Nelson. Insomma, il Bentegodi sembra un luna park, ma è un’illusione. Perché da lì in avanti non succede più nulla. Nella girandola di sbadigli i taccuini non annotano nemmeno la miseria di un tiro in porta. Il Palermo controlla, Aronica e Munoz spengono Paloschi e Boselli fa la boa in avanti, con Fabbrini e Formica attivi tra le linee.

Ritmi bassi anche nel secondo tempo, Chievo prevedibile, ma il Palermo convive con i recenti fantasmi delle rimonte subite sul più bello. E infatti mentre la partita segue uno spartito mononota, per agganciarci all'attualità, Garcia regala un rigore per fallo pallavolistico. Thereau non si fa ipnotizzare e insacca. Tutto da rifare. Entra Von Bergen, esce Formica, Miccoli entra tardi. Il Palermo torna alla difesa a 3. E dà piccoli segnali di ripresa, affacciandosi in avanti con Fabbrini. E proprio l’ex Udinese, già salvatore della patria una settimana fa, ad avere il match point a pochi secondi dalla fine. Ma pecca di coraggio e invece di avventarsi sul pallone dell’1-2, perde l’attimo. E costringe il Palermo a coccolarsi l’ennesimo pareggio di plastica.

CHIEVO-PALERMO 1-1
MARCATORI: Formica 5’pt, Thereau 8’st
CHIEVO (5-3-2) Puggioni; Frey , Andreolli, Acerbi, Dainelli, Jokic; Cofie, Guana, Hetemaj (Pellissier ); Paloschi (22’st Luciano), Thereau  (32’ st Spyropoulos ) (Ujkani, Provedel, Cesar, Papp, Sampirisi, Seymour, Vacek, Farkas, Hauche).
PALERMO (4-3-2-1) Sorrentino; Morganella (Nelson 9’ pt), Munoz, Aronica, Garcia; Rios, Barreto, Kurtic; Fabbrini, Formica (Von Bergen 13’st); Boselli (35’ st Miccoli) (Benussi, Dossena, Viola, Anselmo, Faurlin, Donati, Ilicic, Sperduti, Dybala)
AMMONITI: Hetemaj, Andreolli, Munoz

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento