menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due nobili decadute al San Nicola, Filippi sfida il Bari: "Come una finale”

Si chiude con il big match il tour de force che ha visto i rosanero scendere in campo ogni tre giorni. Ancora assente Lucca, si scalda il palermitano Saraniti. Le parole del tecnico: “Voglio che la mia squadra abbia un'identità ben precisa"

Poco fascino e tanta delusione per una stagione al di sotto delle aspettative. Bari-Palermo sarebbe dovuto essere un match d’alta classifica, magari uno di quei testa a testa nel rush finale della stagione per decretare la promozione diretta in Serie B e invece domani pomeriggio al San Nicola (calcio d’inizio alle ore 15) in palio ci sarà anche e soprattuto l’orgoglio di due squadre che volevano e potevano sicuramente chiedere di più da questa annata. Lo sa bene Filippi che dopo il successo infrasettimanale col Foggia, vuole gettare le basi per disputare a testa alta gli eventuali playoff. Palermo ancora orfano di Lucca, toccherà a Saraniti guidare l’attacco dei rosanero. In difesa c’è Marong. 

La trasferta di Bari non è sicuramente cominciata nei migliori dei modi. con alcune persone dal volto coperto che ieri sera hanno colpito ripetutamente i vetri del bus del Palermo (dove però a bordo non c’erano i giocatori) rendendo impossibile la prosecuzione del viaggio. “Se fosse stata presente anche anche la squadra, le conseguenze sarebbero state più gravi – ha detto il tecnico rosanero in sala stampa -. Mi auguro solo che in futuro si possa non assistere più a episodi spiacevoli come quello di ieri”. Intanto Filippi deve fare i conti con le condizioni fisiche di una squadra che se da un lato ha collezionato un bottino di tredici punti in sette partite, dall’altra arriva al big match del San Nicola col fiato corto per via delle tante partite disputate nelle ultime due settimane. “Ciò che mi conforta – spiega  - è sicuramente il fatto che la squadra stia lavorando bene e stia anche assimilando sempre di più ciò che gli viene richiesto. Forse – continua - adesso la squadra è più costante, anche nel corso della partita. Floriano ha  accusa crampi perché ha sempre giocato per intero tutti i match disputati. Ma sarà a disposizione, così come Marong. Un ragazzo molto attento e che mette l’anima in tutto quello che fa”.

E allora quale migliore banco di prova se non un palcoscenico come il San Nicola di Bari per testare una squadra che sarà chiamata, salvo clamorosi colpi di scena, a disputare i playoff per provare ad acciuffare il treno della Serie B. Un finale, ad oggi, molto lontano dall’immaginario del popolo rosanero, ma Filippi lavora giornata dopo giornata per far sì che il Palermo possa giocarsela alla pari anche con squadre del calibro del Bari. “Piuttosto che parlare di rodaggio in chiave playoff – spiega il tecnico rosanero -  il match di domani lo paragonerei a una finale all’ultima sangue per fare punti e scalare la classifica. Dobbiamo ragionare partita dopo partita e provare a ripetere le stesse prestazioni delle ultime partite. Non dobbiamo snaturarci e voglio che la mia squadra abbia un’identità ben precisa. Non faccio calcoli sulla qualificazione aritmetica ai playoff, così come i ragazzi. Domani si incontrano due nobili decadute del calcio italiano e meridionale, cercheremo - conclude -  in tutte le maniere di far rivivere quei gloriosi momenti ai nostri tifosi”. 

Qui Palermo

Fiducia rinnovata a Marong. Il calciatore gambiano scenderà ancora una volta in campo dal primo minuto al fianco di Accardi e Marconi. Il 3-4-2-1 di Filippi sarà composto da Almici e Valente esterni alti di centrocampo.  Santana e Floriano alle spalle dell’unica punta Saraniti.

Qui Bari

Se il Palermo si auspicava di recitare un ruolo importante nel corso della stagione, il Bari invece credeva fortemente a inizio anno alla promozione diretta dopo aver perso l’anno scorso la finale playoff. Playoff che i Galletti dovranno disputare anche quest’anno per tenere viva la speranza di lasciare l’inferno della Serie C. Mister Carrera quasi certamente si affiderà al 3-5-2 con la coppia d’attacco composta da Cianci e Antenucci. 

Le probabili formazioni di Bari-Palermo

BARI (3-5-2): Frattali; Minelli, Di Cesare, Perrotta; Marras, Maita, Lollo, De Risio, Rolando; Antenucci, Cianci. All. Carrera

PALERMO (3-4-2-1): Pelagotti; Accardi, Marong, Marconi; Almici, De Rose, Odjer, Valente; Santana, Floriano; Saraniti. All. Filippi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento