Lunedì, 26 Luglio 2021
Animali

Rivoluzione animalista contro malaffare e business illegali sugli animali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Il Partito Rivoluzione Animalista ha fatto una scelta di campo ben precisa e ha una priorità di azione: quella di combattere il malaffare e il business illegale che ruota intorno agli animali. E per fare questo utilizza tutti gli strumenti in suo possesso. In primo luogo attraverso strumenti politici, denunciando pubblicamente ogni forma di illecito e informando l'opinione pubblica, e, in secondo luogo, quando la lotta politica non è sufficiente, ricorrendo alla Magistratura, attivando delle precise azioni legali. Di recente, ad esempio, è stato attivato un monitoraggio approfondito del business illegale nell'ambito dei canili e dei canali di adozione dei cani in Sicilia e questo starebbe provocando un certo scompiglio in ambienti malavitosi che da anni hanno inquinato quel delicato settore.

Un incisivo lavoro di osservazione e di analisi è in corso anche a Roma, in previsione delle prossime elezioni amministrative (dove insieme a Rinascimento di Sgarbi appoggiamo il candidato Sindaco del centrodestra Enrico Michetti) a seguito delle quali Rivoluzione Animalista, se riuscirà ad ottenere l’elezione di qualche consigliere comunale, intende lavorare sulla gestione dei canili e di altri ambiti dove da anni emergono criticità e disservizi. Ovviamente coloro che si avvicinano al nostro Partito per tornaconto personale, per acquisire immagine e vantaggi economici o peggio ancora per tentare di utilizzarlo per coprire dei traffici illeciti, vengono sempre individuati e prontamente allontanati. Appartenere a Rivoluzione Animalista vuol dire infatti “mettersi in gioco” e “metterci la faccia” e occuparsi solo ed esclusivamente della tutela degli animali e non delle “amicizie”, dei “padrini” da favorire in qualche modo. Si tratta però di una strada in salita e irta di insidie.

Coloro che da tempo immemorabile controllano economicamente e politicamente le attività che ruotano attorno all’accoglienza e all'adozione degli animali randagi non intendono mollare la presa e sono disposti a tutto. Si tratta di giri milionari di denaro che secondo alcuni esperti supererebbero in certi casi quello fornito agli ambienti malavitosi dal traffico di droga. Ma noi ci siamo, abbiamo la schiena dritta e non ci spaventano le intimidazioni e le diffamazioni strategiche. Noi siamo Rivoluzione Animalista e riusciremo prima o poi a “rivoluzionare” il rapporto tra uomo e animali nel nostro Paese, rendendolo più rispettoso”. Così, in una nota, Marco Strano, Presidente nazionale del partito Rivoluzione Animalista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione animalista contro malaffare e business illegali sugli animali

PalermoToday è in caricamento