rotate-mobile
Speciale

Palermo: millenni di storia e cultura racchiusi in un’unica città

Visitare il capoluogo siculo vuol dire intraprendere un viaggio dove si può vivere la storia della città attraverso i suoi sapori tradizionali più autentici

Il nostro paese è pieno di città meravigliose, da nord a sud non esiste una regione che non meriti di essere visitata. Paesaggi mozzafiato, città bellissime e cibo delizioso, insomma una nazione ricca di mete da vedere. Città come Palermo, perla della Sicilia che con la sua storia millenaria è colma luoghi che meritano di essere visitati almeno una volta nella vita e può vantare una cultura culinaria unica. 

Palermo è stata fondata tra il VII e IV secolo avanti Cristo, fondata dai Fenici con il nome di Zyz. Dalla conquista romana nel 254 a.c., la città vide la sua esplosione culturale e commerciale. Con la caduta dell’impero, Palermo attraversò un periodo difficile per poi riprendere splendore grazie alla dominazione normanna che le consegnerà una grande quantità di monumenti magnifici. L’importanza e il prestigio della città e poi rimasta invariata nel tempo fino ad arrivare alla Palermo moderna.

La storia culinaria della città

I monumenti e i punti storici della città rappresentano la storia della città, ma per conoscerla appieno non bastano. Bisogna concentrarsi sulla più grande rappresentazione della cultura popolare: la cucina.

Ci sono una moltitudine di luoghi che racchiudono la tradizione popolare culinaria, con la sua storia e i suoi profumi, come ad esempio i mercati tradizionali all’aperto, luoghi che hanno dato origine al cosiddetto Street Food, al punto che la celebre rivista Forbes ha collocato Palermo al quinto posto nella classifica mondiale e primo in Europa per la qualità e varietà del “cibo da strada”.

Mercati come la Vucciria, Ballarò o il mercato del Capo sono luoghi che con i loro profumi e colori trasmettono una sensazione unica, trasformando il pranzo in una e vera propria esperienza.

La cultura del cibo è profondamente radicata a Palermo, la si vive e la si respira in ogni angolo ed è proprio grazie a questo modo di vivere la cucina che la città è protagonista assoluta di un trend che sta diventando sempre più popolare: unire il soggiorno in luoghi magnifici ad una proposta culinaria di altissima qualità, che traendo dall’immensa tradizione culinaria della città si pone l’obiettivo di offrire ai turisti un’esperienza unica.

C'è una novità in città

Ci sono innumerevoli luoghi che offrono questa esperienza, ma c’è ne uno in particolare dove la tradizione incontra la modernità.

A luglio 2021 è nato sotto la sapiente guida di Marco Mineo il progetto Armònia, situato nella magnifica location di origine novecentesca in stile Art Nouveau dell'Hotel Villa D’Amato a pochi passi dal Centro storico di Palermo, sul litorale palermitano. Villa d'Amato è sotto la gestione di MM Hotels che dal 2017 è impegnata per ridare nuova linfa e nuova dinamicità alla struttura. 

Armònia è il simbolo di come MM Hotels stia lavorando per rilanciare e rinnovare l'offerta non solo ricettiva. Il progetto, inoltre, nasce dall’unione della tradizione culinaria palermitana incontra la mano di grandi chef nazionali ed internazionali, con lo scopo di fornire un’offerta gastronomica esclusiva, creando così un luogo, capace accogliere e soddisfare la grande affluenza turistica della Città di Palermo e gli eventi locali di qualsiasi genere e tipo.

“Da Armònia la grande tradizione culinaria siciliana trova la sua espressione più autentica.  Non è stato facile ripartite – dice Mineo - ma abbiamo pensato che forse qualcosa dovevamo inventarci: Armònia nasce per questo. Ma anche per cercare di migliorare e impreziosire sempre di più la struttura che gestiamo. La nostra mission – aggiunge Mineo - per i prossimi mesi sarà migliorare la ristorazione, anche avviando collaborazioni sempre più frequenti con rinomati chef, come sta accadendo un po’ in tutto il mondo alberghiero che vuole focalizzarsi sempre più su un’offerta gastronomica esclusiva”.

Villa D’Amato, rappresenta il luogo ideale per eventi e incontri o per soggiornare. Si potranno, quindi, festeggiare nei diversi e poliedrici spazi della struttura, tra cui l’Area Panoramica con vista mare, ogni tipologia di attività, grazie anche al meraviglioso giardino interno, dove sarà possibile cenare su prenotazione, non solo, il venerdì e il sabato..

Villa D’Amato e il progetto Armònia consentono di assaporare la vera essenza della Sicilia e soprattutto di Palermo, sia per un soggiorno che per una cena, in un contesto che ci trasporta in un’altra epoca

Prenotate la vostra esperienza sul sito di Villa D’Amato e soggiornate in un luogo carico di storia e cultura, osservando lo stesso panorama che godevano i grandi personaggi storici del passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo: millenni di storia e cultura racchiusi in un’unica città

PalermoToday è in caricamento