menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angela Viola e Marco Vianello

Angela Viola e Marco Vianello

Molla Palermo per il Nord, storia di un'artista innamorata delle campagne emiliane

Il gesto rivoluzionario di chi ha lasciato una grande città per reinventarsi tra la natura dell'Appennino in Emilia Romagna. Angela Viola, palermitana doc, gestisce con il suo fidanzato un b&b "artistico"

C’è chi ha lasciato la città e un rassicurante ufficio per trasferirsi in una casa nel bosco, tra animali e campi da coltivare. Chi ha scelto di ritirarsi su un angolo di Appennino per accogliere gente di tutto il mondo nella quiete della campagna. Chi ha trasformato un casolare diroccato in una residenza d’artista, chi ha recuperato una storica cantina e chi ha preso spunto dalle tradizioni della nonna per dare origine ad una pasticceria d’autore in un piccolo borgo di montagna. L’Emilia è ricca delle storie delle persone - anche palermitane - che hanno avuto il coraggio e l’intraprendenza di cambiare vita. In particolare Angela ha trovato tra gli scenari naturali di Reggio Emilia, il luogo ideale per reinventarsi, seguendo ideali e talenti, grazie alla rete Food & Wine di Visit Emilia.

La storia di Angela, artista palermitana 

Angela Viola è un’artista palermitana, Marco Vianello viaggia tra l’Italia e l’Olanda per lavoro. Si sono conosciuti a Milano nel 2015 e insieme hanno deciso di cambiare vita, allontanandosi dalla città. Durante un giro in moto sull’Appennino reggiano hanno trovato un casolare in vendita e nel giro di un anno si sono trasferiti. "Pensavamo di creare un B&B, ma anche un luogo in cui realizzare uno studio di artista. Il casolare risale al 1882. Un tempo era la locanda del paese. Non sapendolo abbiamo ereditato una storia", racconta Angela, svelando le origini di quella che oggi è La Bottega 13 B&B del piccolo borgo di Cereggio, a Ventasso, in provincia di Reggio Emilia, da cui ammirare la Pietra di Bismantova.

Un b&b che è anche una residenza d’artista. "Vogliamo far fluire l’arte contemporanea in casa nostra. Ospitiamo artisti in occasione di eventi oppure li invitiamo a vivere con noi per un po’ di tempo, così entrano in contatto con gli ospiti e sviluppano progetti, ispirati dalla natura che ci circonda. Molti lasciano le loro opere nella casa, ma anche sul territorio", spiega Angela Viola, che guarda soddisfatta alle sue montagne, dove accoglie suggestioni da tutto il mondo.

Gli artisti arrivano, infatti, da ogni angolo del pianeta e fanno esperienza dei luoghi dell’Appennino reggiano, partecipano ai corsi di pittura all’aria aperta, o diventano protagonisti del festival Venti Contemporanei organizzato da Angela o magari della rassegna AltreterRe, che li vede impegnati nel creare opere che si integrano nel territorio emiliano.

Nel B&B che gestisce con Marco non mancano il carattere e le creazioni del suo talento artistico. Un lavoro, che spazia dal disegno all’installazione, che ruota sui processi interiori legati agli schemi familiari a loro volta correlati con le famiglie delle piante: "la nostra figura umana si inserisce in una natura più grande, cerco di raccontare questi legami, interiori e naturali", precisa. Angela è anche presidente dell’Aps KaMart, con sede a Cereggio, un’associazione di promozione culturale con cui Visit Emilia collabora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento