Mercoledì, 16 Giugno 2021
Costume e Società

I cocktail più buoni di sempre in un pub di Cefalù: Simone Molè è il miglior bartender d'Italia

La vittoria è giunta dopo un primo "taglio" che ha portato i finalisti da 10 a 3 attraverso le prove "The Beginning", nella quale dovevano proporre il cocktail con il quale si sono candidati alla competizione

Simone Molè

Cefalù nell'olimpo dei migliori cocktail d'Italia. Simone Molè, general manager del Neo della cittadina normanna, è stato proclamato come miglior bartender d'Italia al World Cocktail Day, la prestigiosa competizione internazionale istituita da Diageo Reserve che celebra l’arte della mixology e che mette in scena il più grande e autorevole palcoscenico del settore dei luxury spirits, mediante la ricerca e la selezione dell’élite dei bartender di oltre 50 paesi nel mondo. 

La finale 

La finale nazionale, blindatissima e a porte chiuse, si è tenuta quest’anno al Drink Kong di Roma e ha visto sfidarsi 3 finalisti provenienti da tutta Italia selezionati tra i 10 migliori del paese dagli esperti Diageo dopo una prima fase di competizione svoltasi in via digitale. Come ogni anno i bartender si sono confrontati con i prodotti Reserve, la gamma di distillati del portfolio luxury di Diageo che comprende il gin Tanqueray N.Ten, il whisky Johnnie Walker, Bulleit Bourbon, la vodka Ketel One, il rum Zacapa e il tequila Don Julio. 

Chi è Simone Molè 

Nato a Modica nel 1990, Molè ha battuto gli altri concorrenti superando brillantemente prove di creatività e tecnica che hanno messo in luce tutto il suo savoir-faire e abilità dietro al bancone. La vittoria è giunta dopo un primo "taglio" che ha portato i finalisti da 10 a 3 attraverso le prove "The Beginning", nella quale dovevano proporre il cocktail con il quale si sono candidati alla competizione, e la leggendaria Mistery Box che ha messo a dura propria la loro competenza e capacità di improvvisazione. 

Simone e gli altri due super finalisti poi, si sono misurati con lo "Speed Round: The Untouchable", prova a tempo con a disposizione solo 10 minuti per preparare 5 classici della mixology, e la "Elements3Ingredients", sfida complessa che ha richiesto la realizzazione di un drink a base di Tanqueray No. Ten e due ingredienti a scelta collegandolo narrativamente a un città, un mood e una canzone. 

Conquistata la giuria con la sua abilità e padronanza della situazione, Simone Molè è pronto ora a rappresentare l’Italia alla finale globale di World Class prevista dal 5 all’8 luglio e contendersi il titolo di Bartender of the Year 2021 con altrettanto professionisti del settore da tutto il mondo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cocktail più buoni di sempre in un pub di Cefalù: Simone Molè è il miglior bartender d'Italia

PalermoToday è in caricamento