← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Via Rosolino Pilo e l'isola pedonale che non c'è

Via Rosolino Pilo · Politeama

L'isola (pedonale) che non c'è. Questa è la situazione di Via Rosolino Pilo, una delle strade che collega via Ruggero Settimo con via Villaermosa. Benché la strada sia ufficialmente ad esclusivo transito pedonale (con tanto di cartelli che lo indicano) in realtà viene utilizzata come una normalissima strada aperta al transito automobilistico da attraversare comodamente o come area di sosta o fermata per accompagnare gli ospiti di un Hotel presente nella strada creando situazioni di grave pericolo per i pedoni.

Non è difficile infatti vedere sfrecciare auto private o i numerosi taxi che fanno capolinea al teatro massimo i quali (suppongo) per risparmiare tempo e rientrare presso la loro area di sosta "accorciano" il tragitto e risparmiano tempo evitando di dover percorrere il normale tratto che comporterebbe il passaggio da Via Villaermosa/via stabile/Via R.Settimo, qualche giorno fa mentre passeggiavo con il mio cane lo stesso è stato quasi investito da uno di questi ultimi, a onor del vero il comune aveva anche installato delle piante per dissuadere dall'ingresso nell area, ma le stesse sono state spostate da qualche incivile. Perchè i vigili che quotidianamente passano da quelle parti non intervengono? Bisogna sempre aspettare che succeda qualcosa di grave?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Via Rosolino Pilo isola pedonale Ma prima di fare un'isola pedonale non si fanno dei sopralluoghi per vedere l'idoneità della strada? Oppure l'assessore Giusto Catania li fa guardando una cartina geografica Darebbe veramente grave. Via Rosolin Pilo non offre niente di niente per essere un'isola pedonale. Non ci sono negozi, nessun tipo di attrattiva, tutta sconnessa e sporca. Meglio lasciarla libera come strada di connessione con via Villaermosa. Un poco di buon senso quando si fanno le cose.

  • E via Mazzini, nella parte pedonalizzata é il posteggio gratuito dei locali e dei loro clienti. Il dilagare dei cattivi comportamenti é responsabilitá di chi non fa i controlli pur sapendo dell’abuso e della prepotenza. La Polizia Municipale passa, guarda e tira dritto. E allora, che vogliamo?

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento