← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Acqua dei Corsari, una spiaggia bellissima... ma con accesso per "pochi intimi"

Via Messina Marine, 624 · Bandita

C'è una spiaggia a Palermo. Grandissima. Con un mare pulitissimo! Immensa! Ma, purtroppo, è riservata a pochissimi privilegiati! E' la spiaggia di Acqua dei Corsari. L'unica spiaggia che non ha accesso pubblico! Per vederla devi essere un privilegiato! Una spiaggia pubblica ma senza varchi pubblici!

Gli accessi sono delimitati da cancelli, all'interno dei quali vi sono alcuni residence. Chi abita all'interno di questi ha accesso diretto alla spiaggia. Se non si è residenti non si ha il permesso di accedere (vietato ai non residenti ma non sorvegliato da personale). Di conseguenza è un bene pubblico privato ai cittadini perché non vi sono accessi pubblici alla bellissima spiaggia.

Posso garantire che è un bel punto di mare e non ho visto alcun divieto di balneazione. Ho sentito parlare di questa spiaggia e sono andato a guardare. Da "abusivo", tanto che la gente del posto mi osservava con diffidenza. Credo possa venir fuori un bel servizio per i cittadini. Mi chiedo: perché privare i palermitani di un bene comune e, addirittura, un lungomare balneabile? Perché deve esistere l'assurdo così esageratamente, assurdo? Perché?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (25)

  • O seri dubbi del comportamento civile dei palermitani , qualora aggredissero questa spiaggia. Prova ne fa le condizioni in cui lasciano le spiagge pubbliche di Mondello, Addaura o Sferracavallo. L'errore è sepre lo stesso , giudicare soggettivamente il problema. Provate ad essere un pò più oggettivi e vedrete che la massa (che è la maggioranza) non è cosi ben civilizzata distruggerebbe anche questa spiaggia. Non di discute di amici degli amici, furbetti , privilegiati, ma di educazione e ignoranza.

    • Il problema è un altro. Perché vincolare un bene pubblico al solo utilizzo di poche persone? Secondo quale principio dev'essere giustificata la chiusura di un punto di mare così bello e così pubblico? Perché qualche arrogante ha deciso che è giusto così? Perché qualche persona che si crede più furba ha deciso di giustificare la chiusura ai liberi cittadini con motivazioni che hanno poca credibilità? Allora mettiamo i cancelli anche a Mondello, all'Addaura e a Sferracavallo!!! Se questa soluzione è giustificabile da qualsivoglia "genio" allo stesso modo di come è stato fatto per questa spiaggia, allora possiamo montare tutti i cancelli che vogliamo! Chi ci deve contrastare??? Chi deve venire a rompere le scatole???

      • in effetti tutti i più bei beni si sono preservati solo ed esclusivamente perché il privato ne ha inter-reagito. Purtroppo il concetto di bene pubblico non e' ne diffuso ne tanto meno insegnato nelle scuole. Vedi strade marciapiedi, ville e giardini. O lei vive in un altro pianeta o quando esce di casa si benda gli occhi. A Mondello ci sono i cancelli la spiaggia e' in concessione, cosi come all'Addaura ed ove vi sia lo sfruttamento privato non c'è il degrado assoluto. La pubblica amministrazione non e' in grado di gestire la cosa pubblica , e questo e tristemente davanti gli occhi di tutti. Non dico che il privato sia un bene ma certamente e' il minor male possibile, fintantoché educazione e ístruzione saranno le costanti principali dei siciliani.

        • Ok! Un altro proprietario che difende il "non-suo" territorio!

  • Articolo incompleto e poco realista per i motivi seguenti: 1 riguardo alla bellezza della spiaggia forse si riferisce alla grandezza ma non sicuramente alla pulizia del mare. 2 le foto che ha pubblicato sono relative alla spiaggia altezza lido Olimpo aperta al pubblico e facilmente fruibile. 3 il mare fino a 2 anni fa aveva un divieto di balneazione per motivi di vicinanza al depuratore, questo trasformava la spiaggia in un ritrovo di drogati e coppie affaccendate ( motivo per cui i residenti hanno installato dei cancelli di sicurezza) 4 il residence è in regola con il piano regolatore in quanto zona b1 (zona a villini) che ora si ritrova il mare a 100m contrariamente a quando nel 1970, anno di costruzione, da aerofotogrammetrie si trova al triplo della distanza. 5 nelle foto il io sono tra le persone fotografate e non ricordo assolutamente sguardi strani, al contrario ricordo di una persona che si aggirava interessata con strumenti di fotografia. 6 i residenti dei residence in questione ad ogni inizio stagione fanno una pulizia spiaggia onerosa a spese proprie. Chiudo

    • L'articolo è abbastanza chiaro e completo. 1. Se il mare non fosse pulito sarebbe ancora in divieto di balneazione 2. Se fosse stato facilmente fruibile nessuno (primo fra tutti l'autore della precisazione) si sarebbe accorto di una persona in mezzo a "tante" 3. Nessuno ha mai parlato di due anni fa. Il riferimento è all'anno in corso 4. Non ho mai parlato di "residence non in regola" 5. Posso garantire che ho ricevuto sguardi strani perché "faccia nuova". Gli strumenti di fotografia ai quali fa riferimento altro non sono che uno smartphone comune... 6. Se ci fosse un varco aperto al pubblico (quindi non vincolato da accessi in "Proprietà privata", ne potrebbe trarre beneficio il cittadino e il residente). Concludo dicendo che l'articolo non voleva puntare il dito sui residenti (che, naturalmente, vedendo una faccia nuova osservano con diffidenza) ma contro la nostra amministrazione. Se questo ha turbato la tranquillità di qualche residente spero di aver chiarito, per l'ennesima volta, che non ce l'ho con i cittadini ma con le amministrazioni che non fanno niente per i cittadini! Chiudo

      • Le assicuro che il mare non è tanto pulito e comunque fino a qualche smentita comunale il tratto poco prima del lido è ancora in divieto di balneazione con rilievi del luglio 2019 quindi l’articolo è incompleto. La spiaggia bellissima che lei dice, lo è perché i residenti si fanno carico della pulizia altrimenti sarebbe quasi impraticabile. Poco realista perché escludendo le proprietà private quali residence e lidi, è praticamente impossibile creare un varco per la morfologia della spiaggia prima e dopo questo tratto. C’è un tratto molto pericoloso all’imbocco del depuratore con divieto di transito proprio a 100 metri da dove lei ha fatto le foto. Il tema principale di questo articolo ritengo sia completamente inutile, se vogliamo discutere dei mari delle nostre coste allora possiamo continuare...

        • Potremmo parlare all'infinito e rimanere su binari paralleli. Affrontiamo due argomenti analoghi ma, non per questo, collimanti tra loro! In ogni caso ognuno vede le cose con occhi diversi ma da qui a dire che il tema principale sia completamente inutile è un'offesa all'intelligenza umana! Alla fine non ho attaccato nessun residente, al contrario di quanto sta facendo lei. Ma può anche andar bene così. Il mondo è bello perché è vario ed ognuno è libero di difendere (qualsiasi possano essere i mezzi disponibili) il "proprio" territorio. Stia tranquillo che non verrò più con i miei "strumenti di fotografia". Se la ricerca della civiltà si deve tradurre in polemiche sterili, è meglio lasciar perdere.

  • Direi che sarebbe stato sufficiente soffermarsi e provare a chiedere ad un titolare/residente qualche informazione a riguardo per rendere l'articolo interessante e utile alla collettività. La città di Palermo ha la fortuna e il privilegio che molte città prestigiose non riusciranno mai ad avere, ovvero poter "fare vancanza" a pochi passi (letteralmente) da casa. Rivolgiamo quindi alle istituzioni locali di individuare soluzioni ed investire per far sì che, specie in questo periodo, si possa fare vancanza a km 0". Vista la facilità di comunicazione che privilegia questa era anche un solo articolo di giornale potrebbe essere spunto per far sì che questo non resti solo un sogno

    • Chi ti dice che non sia stato fatto? E' stata posta qualche domanda ad un residente, il quale, in modo gentile ed educato, ha precisato che la spiaggia è di tutti ma l'accesso è limitato ai residenti. Nulla vieta l'ingresso (a parte i due cartelli) ma è sempre una proprietà privata. Ciò significa che se si varca quel cancello si diventa "trasgressori"!

      • Ma di quali cancelli parla?

      • Salvo, purtroppo non ho la sfera di cristallo e se non lo specifichi dai adito a qualsiasi interpretazione ("la diffidenza", come si sa, viene interpretata come qualcosa di negativo). Spero che la tua segnalazione accolga il consenso di molti in modo che il comune si renda conto del tesoro che possiede: le attrazioni, spiaggia e mare, sono gratuite, dovrebbe solo (solo è il termine appropriato) organizzare alcuni servizi come parcheggi, passerelle/accessi al mare e qualche servizio da dare in concessione (es. spazi per bar) e vedrai che spettacolo diventerebbe (come i miei nonni mi raccontavano essere fino agli anni 70)

        • Infatti. Ribadisco che mi guardavano con diffidenza perché ero una faccia nuova. "Che vuole questo?", "Che c'è venuto a fare qui?". Questa è stata l'impressione che ho avuto. A meno di un gentile signore che ha risposto alle mie domande... Se solo potesse cambiare la mentalità retrograda di qualche "scenziato" che ci governa (???) potremmo far virtù del nostro immenso tesoro!

  • Illegale , tutto abusivo , e nessuno fa Niente che ci fanno quelle ville Così vicine al mare ?

    • Le ville sono in regola con il piano regolatore in quanto zona b1. Al momento della costruzione nel lontano 1970 il mare era a quasi 300m come lo provano fotogrammetrie del 1981. Con il tempo il mare è avanzato prendendosi parte di spiaggia. Non c’è niente di illegale!!!

      • Non importa , L accesso deve esser consentito , ed il piano va rivisto come prevede il Demanio marittimo , la spiaggia è bene pubblico , non può esser chiusa , e deve esistere sempre e comunque L accesso !

        • Finalmente qualcuno che risponde secondo una logica

    • non so se è tutto abusivo!!!!....all'interno di un residence c'è pure una caserma dei carabinieri.....

      • Nyde in genere per rispiarmiare lo stato affida ai carabinieri immobili sequestrati, non so se è questo caso

  • Avviene questo perché dal Bar del Bivio,alla località Valloneria/Bagni Italia tutti le aree della statale 113,sono privati.C'è solo lo sbocco del depuratore accanto al "relitto" dell'ex fabbrica dell'argilla Puleo.

    • Finalmente qualcuno che risponde secondo una logica

  • Saranno amici degli amici....

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento