← Tutte le segnalazioni

Altro

Call center, gli operatori di Abramo sono dimenticati dal decreto legge Coronavirus

Redazione

Viale della Regione Siciliana Nord Ovest, 8165 · Resuttana-San Lorenzo

Sono una ragazza che lavora presso il call center Abramo di Palermo. Volevo denunciare le condizioni in cui ci troviamo a lavorare dopo che è stato dichiarato lo stato di pandemia e dopo che tutta italia si è fermata a causa del Coronavirus. Noi di Abramo continuiamo a lavorare in uffici pieni di persone senza mascherine guanti e disinfettanti, in più l'azienda non ha intenzione di chiudere nemmeno dopo il decreto del premier Conte e continua a chiedere straordinari a noi operatori senza preoccuparsi nella nostra salute!

Stiamo lottando per ottenere lo Smart working ma con pochi risultati. Dopo le ulteriori restrizioni di ieri sera (10 marzo) l'azienda continua a fare finta di nulla a lavorare come se nulla fosse accaduto in condizioni dove non ci sono norme igieniche sanitarie. Solo noi lavoratori siamo stati dimenticati da tutti! Spero che almeno voi riuscirete a darci una mano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento