← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Nigeriano pulisce la strada: “Di lui mi hanno colpito senso civico e voglia di lavorare”

Via della Libertà · Libertà

Questa mattina ho fatto una passeggiata con mio padre. Ad un certo punto vedo un uomo: è un nigeriano che vive a Palermo da 6 anni. Stava pulendo perfettamente, senza ricevere nulla in cambio se non qualche spiccio, il marciapiede di via Liberta. La cosa che mi ha colpito di lui è il senso del dovere e la voglia di lavorare. Questo poverino ha una figlia, che lui mantiene in questo modo. Penso che con quello che stava facendo, dimostrava tre cose: noi cittadini palermitani non ci curiamo della nostra città; il comune pare non avere un sistema adeguato di pulizia; non bisogna mai giudicare prima di conoscere una persona (che sia un immigrato o no).

Questo extracomunitario, quest'uomo diligente, si è dimostrato più cittadino di Palermo rispetto a noi palermitani, che ci viviamo da quando siamo nati (e che buttiamo giornalmente di tutto e di più nelle strade). Questa persona è l'emblema del buon lavoratore. Noi palermitani dovremmo fare un corso di "educazione al rispetto ambientale" (e non solo quello...). Ma ognuno ha le sue colpe: anche il Comune ne ha. La nostra amministrazione non ha un sistema di pulizia delle strade adeguato e, mi sembra, neanche una grande quantità di spazzini. Io darei questo lavoro a chi ne ha bisogno, come l'uomo che ho incontrato (che sa fare anche tante altre cose e che si meriterebbe forse di più), il quale deve essere premiato.

La buona volontà non è acqua sporca. Lui, come ognuno di noi, deve vivere una vita come gli altri. L'uomo che ho incontrato è un esempio per tutti. Non siamo tutti uguali e ciò significa che non tutti (anzi, la minor parte) di immigrati che vengono qui creano problemi o non vogliono lavorare. Tutti vogliono vivere, com'è giusto che sia, rispettando la legge. Vorrei che queste mie parole arrivassero al Comune e a tutte quelle persone che inquinano le strade e che giudicano senza conoscere le persone. Spero fortemente che questo messaggio possa arrivare all'uomo che ho incontrato, per dargli un pizzico di felicità e per dare un futuro normale e dignitoso alla sua bambina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • 6 anni a perdere tempo e ne possono passare altri 50..qui non cambia niente

    • Purtroppo questo è un problema della nostra amministrazione comunale. Io ho cercato di dare a quell'uomo un aiuto, un'opportunità e un minimo di gioia. Spero fortemente che egli possa trovare un lavoro dignitoso e che possa dare un buon futuro alla sua bambina. Inoltre, io credo che le cose possano cambiare se sono in mano alle persone giuste. Infine, spero che questo articolo possa essere letto e condiviso da più persone. Detto ciò, buona giornata.

  • Capisco che un nigeriano che fa questo faccia notizia, tanti palermitani lo fanno , sostituendosi al all’inefficienza del sindaco Orlando, ma non hanno la stessa attenzione.

    • Sarei tanto contento di conoscere queste persone, che dimostrano un amore profondo per la città. Ma quell'extracomunitario mi colpisce perché fa del bene ad una città di uno stato che non è il suo. Ciò non significa che vale più degli altri, ma sicuramente le sue azioni sono più inaspettate per l'opinione pubblica. In ogni caso, chi fa del bene alla città (che sia palermitano o meno) va premiato. E, purtroppo , il comune non ha un sistema di pulizia adeguato( e mi ricollego al tuo discorso). Io darei lavoro a tutte le persone che si prendono giornalmente cura della nostra città. E io non voglio "fare notizia". Voglio semplicemente aiutare questa persona, nel mio minimo da studente. Buona giornata.

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento