← Tutte le segnalazioni

Altro

#Natale locale: social e passaparola per aiutare le piccole realtà

L’idea di #Natalelocale è nata da una riflessione fatta sui social in una delle mie stories quotidiane, dopo un appello disperato da tante realtà che conosco e con cui sono a stretto contatto; ovvero quello che sarebbe stato bello per quest’anno privilegiare le piccole realtà rispetto alle grandi catene per i pensierini/regali di Natale, soprattutto dato il momento particolare che stiamo vivendo, che ha sicuramente penalizzato tutti, ma ancor di più le piccole realtà poco conosciute e che stanno facendo fatica ad andare avanti. Ho avuto sin da subito un grande riscontro dalla mia community, tantissime risposte positive e molta approvazione. Il tutto ha sollevato una interessante questione: rivolgersi alle grandi catene è più facile, per scoprire le piccole attività ci vuole ricerca.

E quindi come poterle aiutare? Il passaparola è stato da sempre la carta vincente e se affiancato dai social, utilizzati quest’ultimi in modo corretto, possono portare tantissimi risultati, riscontro, informazione, innovazione e soprattutto sono una vera e propria vetrina virtuale alla portata di tutti! Da lì, l’iniziativa di “spingere”, attraverso l’hashtag #Natalelocale scelto insieme alla community tramite sondaggi e una box nella quale poter inserire le proprie idee, è nata e ha preso forma. Tassello dopo tassello, idea dopo idea, ognuno può e soprattutto deve condividere le piccole attività/ negozi locali / brand emergenti sia di abbigliamento ma anche alimentari, oggettistica e così via, che stimano e che conoscono, cosicché possano arrivare a molta più gente, non c’è una selezione da fare o nessun curriculum da inviare, la condivisione è un gesto spontaneo!

Ho creato, inoltre, una cartella contenente tutte le varie stories riguardanti l’argomento, e le ho messe in evidenza sul mio profilo Instagram negli highlight, cosicché rimangano visibili a tutti e consultabili per andare alla ricerca del regalo perfetto. Ecco questo sì che si chiama “potere della condivisione”. Infatti l’idea è quella di creare una sorta di catena del supporto e della stima che abbiamo dei nostri negozi del cuore. A questo appello hanno risposto diverse influencer italiane che hanno manifestato il piacere di amplificare l’iniziativa nelle loro città e località di appartenenza e ne sono molto contenta, soprattutto perché, ci tengo a precisarlo, non voglio che sia una “mia” iniziativa: vorrei che fosse un messaggio di cui tutti possono e devono sentirsi promotori e protagonisti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento