← Tutte le segnalazioni

Panorami

Lettera di un cittadino al sindaco che "lo sa fare": "I rifiuti sono ormai elementi d'arredo urbano, grazie!"

Via Costantino Lascaris, 44 · Zisa

Egregio signor Sindaco di Palermo (che secondo solgan "il sindaco lo sa fare"),
la ringrazio perché ancora a fine 2020 - dopo 25, o quasi, anni di sindacatura anche se non consecutivi - ci regala gli elementi di arredo urbano riprodotti nelle allegate foto: inconfondibili segni distintivi della città, noti in tutto il mondo, e che sono stati sovente immortalati, anche se non in questo periodo, dai turisti e visitatori che hanno percorso, e si spera ritorneranno a percorrere in un prossimo futuro, le strade dell'itinerario Arabo-normanno (riconosciuto patrimonio Unesco).

Se fossi esperto di social, che invece non frequento, mi piacerebbe organizzare (certamente non in questo momento ma sempre nel rispetto delle norme di distanziamento e di divieto di assembramento), come forma di gratitudine, un sorta di flash mob per il quale una processione di cittadini, più o meno riconoscenti, opportunamente distanziati, le portassero sotto casa un sacchetto ciascuno di quelli che possono facilmente reperirsi per strada.

Lo stesso ringraziamento va al presidente ed al direttore della Rap - il cambio del nome non pare abbia portato alcuna altra modifica alla modalità di gestione ed efficienza - che con il proprio alacre impegno di organizzazione, gestione, controllo, contribuiscono a consentirle i risultati evidenziati. Agli stessi vorrei chiedere il motivo per il quale è così difficile volere tentare di fare la raccolta differenziata nella zona di cui alle foto, salvo a decidere di percorrere diversi chilometri con la macchina stracolma per raggiungere un Ccr, perché gli appositi contenitori, quei pochi esistenti (tralasciando di riferire sulle condizioni degli stessi) sono sempre stracolmi ed inaccessibili o mancano del tutto (come quelli della carta); o perché i cestini di raccolta sui marciapiedi sono sempre traboccanti - come quello della foto - anche in quelle occasioni in cui si provvede a rimuovere l’arredo urbano di cui sopra per consentirne il rinnovo; o il motivo per il quale gli addetti allo spazzamento, quelle poche volte che si vedono in azione, non provvedono a svuotarli - sembrerebbe perché ufficio di competenza di altri soggetti –; o ancora perché nelle occasioni, rare, in cui si provvede a svuotare i cestini di sinistra non si ci occupa di quelli di destra, o se ne svuota uno si e uno no.

Un ringraziamento va infine anche al presidente della Regione per il suo impegno racchiuso nella spot “Diventerà bellissima”, per il contributo che gli uffici regionali danno al mantenimento dello stato delle cose. Ci rendiamo conto che non può farsi tutto e subito, ma comunque tre anni avrebbero potuto portare un segnale almeno a livello di programmazione della soluzione dei problemi.  

Lorenzo Lo Cicero

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Serve una Severo contrasto agli incivili non solo multe tanto non li pagano ma carcere oppure obbligo a lavori socialmente utili a gratis

  • Fino a quando avremo Orlando sindaco e Norata alla RAP non cambierà nulla. Gli incivili sguazzano perché sanno che a Palermo non esiste una seria politica di contrasto all'incivilta e al degrado. Orlando ha avuto sempre la campata con incivili, abusivi e gentaglia varia. È arrivato a Palermo con la schiena dritta e se ne andrà a pedate nel sedere

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento