← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Guadagna, niente distributori di biglietti e utenti costretti a pagare il sovrapprezzo

Via Buonriposo · Oreto-Stazione

Arrivato da pochi giorni da Milano, dove lavoro da alcuni mesi, abitutato già a prendere i mezzi pubblici, dovendo andare in centro decido di provare il servizio metro che offre la città di Palermo, la mia città. Mi reco presso la stazione "Guadagna" e arrivo pochi minuti prima dell'arrivo del treno regionale delle 8.41 diretto per Giachery. Non trovo le macchinette automatiche per i biglietti, nonostante il cartello fuori la fermata che ne segnala la presenza.

Scendo deciso verso i binari (ammazzandomi quasi perché le scale sono bagnate, lavate ad un orario "comodo") sperando di trovare almeno li l'"oggetto desiderato" e invece trovo solo le macchinette obliteratrici. A questo punto arriva la parte migliore della storia: arriva il treno, le porte si aprono e mi spalancano la vista del controllore, una donna sulla quarantina. Le chiedo da fuori il treno, senza entrare dentro, se posso fare il biglietto dentro e lei con aria minacciosa e col viso alterato mi risponde: "non ne voglio sapere niente, se sali senza biglietto ti faccio la multa oppure devi pagare 5 euro in più il prezzo del biglietto e ti vendo il biglietto". Allibito le faccio notare che non ho trovato le macchinette automatiche e lei mi risponde prontamente "c'è il tabacchi fuori, vallo a fare lì". Di istinto mi esce la solita frase che esce a tutti i meridionali trapiantati al nord: "vengo da Milano, queste cose lì non accadono, facciamo ridere davvero l'Italia".

Il treno rimane fermo, lei esce fuori e mi guarda mentre mi allontano. La vedo, le rivado incontro sperando di averla impietosita. Non le dico nulla, anzi le dico solo "ma devo fare il biglietto fuori da qui e aspettare il prossimo treno che passa solo fra un'ora?", lei mi guarda e mi fa :"se vuoi il biglietto te lo faccio ma mi devi dareb. Non le rispondo nemmeno, me ne vado. Il treno riparte (l'autista si era affacciato come dire "cam'a fari?"). Scatto le foto che allego a questo post. Esco. Ricerco le macchinette: nulla. Vado al tabacchi, faccio il biglietto (un classico biglietto Sisal, tipo quelli per giocare al Lotto, forse perché non esistono più i classici biglietti di una volta?).

Torno a casa e nell'attesa del prossimo treno scrivo questo post. E'inaccettabile secondo me che per un disservizio della società che gestice i treni io debba andare a comperare il biglietto dal rivenditore di tabacchi, perdere una corsa (perdendo un'ora) e arrabbiarmi pure. Se il disservizio è creato da loro o da chi per loro secondo me, con molto buon senso, la signora controllora avrebbe potuto farmi il biglietto senza farmi pagare alcuna "penale" e utilizzando anche un tono un pò più calmo visto che sono stato educato e sorridente come sempre. Sono in ferie, mi sto godendo la famiglia, ma queste cose mi fanno voglia di tornare su a Milano, lontano da queste barzellette.

Gianpiero

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Secondo un documento ufficiale di Trenitalia (reperibile su https://www.trenitalia.com/cms-file/allegati/trenitalia_2014/in_regione/newcsrSicilia.pdf): "se il viaggiatore sale a bordo treno sprovvisto di biglietto da una stazione priva di rete di vendita paga il biglietto senza sovrapprezzo" inoltre continua "La possibilità di acquisto del biglietto a bordo senza pagamento di sovrapprezzo è estesa anche a tutte le stazioni/fermate in caso di contemporanea chiusura o indisponibilità della rete di vendita (punti vendita autorizzati, agenzie viaggi, self service e biglietteria, laddove presenti), a condizione che il viaggiatore avvisi all'atto della salita il Personale di Bordo". Confermo, anch'io ho avuto un'esperienza molto simile (solo che nel mio caso il tabacchi era chiuso). Mi sono inoltre recato a PALERMO CENTRALE per chiedere delucidazioni e lì mi hanno riferito che effettivamente dovevo pagare il biglietto senza sovrapprezzo e che eventi del genere possono avverarsi a causa della mancata preparazione del loro personale. Nel mio caso il controllore con cui ho parlato era un ragazzo molto indispettito della situazione, che con arroganza (e sbagliando) mi ha fatto notare quanto fossi in torto io, non lui che rappresenta l'autorità massima... Mah anche se ho una fermata sotto casa non so se mai ci riproverò trovando il tabacchi chiuso.

  • Guardie Giurate sugli Autobus - Personale ai Tornelli - quanto deve costare un biglietto? Pene certe per le quali il gioco non deve valerne la candela! Chi commette reati deve essere cosciente che avrà delle conseguenze che lo andranno a danneggiare e penalizzare fortemente per il resto della sua vita !!!!! Responsabilizzare i Giudici che lasciano liberi soggetti che reiterano indisturbati: se uno viene colto sul posto o arrestato dopo delle indagini non può tornare a piede libero - arresti domiciliari - a spese del contribuente e facendo due conti : paga sempre lo stesso soggetto incapace per moralità e costrutto civico di essere un peso per la società incapace di fare la voce grossa ma che forse sarebbe ora che interagisca un po di più con questo sistema che non pone una linea netta fra chi cerca di stare sulla retta via e chi incurante della sua persona delinque come niente fosse incapace di rendersi conto di essere, niente più, di un peso morto, per una società proiettata a costruire un futuro sempre migliore alle persone che più ama (""siamo molto lontani da ciò""). Cosa incredibile che gli stessi che stanno danneggiando la loro zona, la Guadagna, non si rendo conto di quanto crescerà il valore commerciale degli immobili insistenti ma di questo non ci si può meravigliare e naturalmente "non faccio di un erba tutto un fascio". Pace

  • Non é una scusante togliere le macchinette x i biglietti xche ci son i vandali che li rompono. Perché non mettete le telecamere a circuito chiuso e personale ferrovie a tornelli cosi da fermare certe azioni vandaliche come succede in moltissime stazioni di tutta Europa? Qua quando qualcuno salta i tornelli senza biglietti viene richiamato dal personale atm e se nn contento filmato e chiamate le forze dell ordine.....é cosi che bisogna contrastare la criminalità. Se non si fa cosi Palermo sarà sempre terzo mondo

  • E qualcuno si permette pure di dire: "USATE I MEZZI PUBBLICI"; a quali condizioni? Mah!

  • Caro Giampiero invece di utilizzare il tuo telefono per cercare i Pokemon e buttare m... nella tua città natale ,lo potevi usare per comprare un biglietto in tempo reale sull'app di trenitalia. Trenitalia è molto vicina alle esigenze dei viaggiatori ma deve anche difendersi da chi continuamente cerca di evadere (nel migliore dei casi, oltre a danneggiare perennemente distributori di biglietti e obliteratrici)e ti assicuro che questo si verifica in tutta Italia . Mi auguro che tu la tua azienda di Milano e quei due che ti hanno dato forza in questo post che hai scritto siate degli esempi nella vita di tutti i giorni . Io dopo quello che avete scritto, personalmente ne dubito. Andatevene pure a Milano e andatevi a fare il bagno ai Navigli , non abbiamo bisogno di gente con la vostra mentalità . Alessandro Capo Treno

  • Bentornato a Palermo... ma guai a far notare queste cose agli stessi palermitani! Si offendono e si sentono umiliati poverini! Molto meglio far finta di non vedere, d'altronde ormai mi sono convinto che i palermitani vivono bene nella melma in cui si trovano e non hanno alcuna voglia di migliorare.

    • Ma che **** dici??? Se mi fanno notare un degrado della mia città non mi offendo anzi mi incazzo cn chi non aiuta il cittadino in qst sercizi che dovrebbero essere a disposizione. I pokemon li hai nel cervello. Ma sai quante persone non sanno usare le app? Ma ti rendi conto delle baggianate che ti scappano dalla bocca? Ma sei fuori di testa

  • Hai proprio ragione, io personalmente sono stufo, sdegnato skifato di tutto questo ed altro delle soverchierie e maleducazione che dobbiamo sopportare.

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento