← Tutte le segnalazioni

Altro

Grand Hotel delle Palme: "Che fine hanno fatto le belle persiane di legno verde?"

Via Roma, 398 · Politeama

Oggi passando da via Roma e soffermandomi a guardare il prospetto del Grande Hotel della Palme, il cui restauro è stato quasi ultimato, mi sono accorta di qualcosa che non tornava, qualcosa di strano, un’assenza… ed ecco! Le persiane! Che fine hanno fatto le belle persiane di legno verde che caratterizzano quasi tutti gli edifici della metà dell’ottocento?! Incredula, ho immediatamente pensato che mi fossi sbagliata e sicuramente le persiane sarebbero state allocate successivamente, ma guardando con attenzione l’infisso, così com’è stato allocato, non c’è spazio al dubbio: le persiane sono misteriosamente scomparse!

Ora, la mia domanda è, come sia possibile che un edificio storico di così grande rilievo per la città di Palermo, che certamente è sottoposto ai vincoli di tutela dell’assessorato ai Beni Culturali, sia stato mozzato della sua identità, sotto gli occhi delle autorità, senza che nessuno abbia fatto un fiato. Com’è possibile, che in una città, dove beni architettonici di non così grande rilievo sono tutelati addirittura con il vincolo di riproporre lo stesso identico tono di pittura in caso di rinnovo del prospetto, sia stato dato il permesso di asportare le persiane al Gran Hotel delle Palme, variandone irrimediabilmente l’aspetto. Inoltre ho saputo che tale scempio è stato effettuato anche a Villa Igea.

Una cittadina indignata, Elena Ponte

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Cara lettrice indignata, per quanto tu sia affezionata alle persiane verdi di tutti gli Hotel, credo che per lavori di grande rilievo, come tu dici,ci siano tutte le autorizzazioni da parte dei Beni Culturali... ad ogni modo lo trovo bellissimo e spero che la riapertura rappresenti una grande opportunità per il settore del turismo,molto penalizzato in questo momento. Indignamoci per qualcosa d’importante, c’è molto su cui riflettere.

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento