← Tutte le segnalazioni

Disservizi

"La nostra esperienza (da incubo) con il Covid"

Via Orazio Antinori, 73 · Zisa

Riceviamo e pubblichiamo

Il 29 novembre ho richiesto un'ambulanza per mia madre che dopo qualche giorno di tosse iniziò ad avere problemi respiratori, la gentile signora del centralino - dopo aver parlato con mia madre - mi risponde che non sentiva alcun affanno e quindi non avesse bisogno di nessun'ambulanza. Io insistetti e la signora iniziò ad alzare la voce, così domandai come potessi aiutare mia madre in casa e mi rispose ancora con "ho detto che sua madre non ha nessun problema a respirare, stia bella tranquilla, arrivederci!".

Dato il mancato aiuto e la situazione abbastanza preoccupante andammo a fare il tampone che risultò positivo per tutta la famiglia. A casa ci misturammo la saturazione, risultato? Mia madre aveva la saturazione dell'ossigeno a 58. Ricontatto il 118, mi viene richiesto di misurarla meglio, nessun cambiamento. Arriva l'ambulanza, ricoverano mia madre in terapia semi intensiva con dei ventilatori polmonari. Dopo una settimana riescono a stabilizzarla e la trasferiscono in reparto. E qui viene il bello: cibo immangiabile, sporcizia, cattivo odore, nessuna sanificazione, nessuna sterilizzazione, letti strappati e in pessime condizioni, gli infermieri non si chiamano più con il campanello adatto ma urlando "infermiera", luci accese di notte, lividi da prelievo su braccia e polsi e chi più ne ha più ne metta!

Dopo 15 giorni di ricovero e gli ultimi 6 passati a mangiare "polpette" mia madre viene dimmessa e cosa peggiore "senza alcun tampone" perché in ospedale non c'erano tamponi disponibili, l'unica cosa di cui non possiamo lamentarci sono dottori e infermieri che sono stati davvero molto professionali e gentili. Per il resto siamo a casa da 17 giorni non abbiamo sintomi e non sappiamo se siamo ancora positivi perché nessuno si è ancora presentato nonostante i tanti solleciti. Non c'è serietà, non c'è alcun rispetto. E come se non bastasse dovrebbe essere l'Asp a venire a prendere la spazzatura, quindi noi dovremmo avere a casa 17 giorni di immondizia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Quelle che vedete sono i miei polsi abbiamo ospedali da schifo sembrano delle stalle pulizia da schifo reparti covid non igienizzati uno schifo vorrei capire che fine fanno i soldi che vengono dati per la sanità mi hanno dimessa dopo 2 settimane senza tampone perché non c'erano tamponi in un ospedale covid , amministrazione comunali e chi ci governa vi dovete vergognare non si augura a nessuno il male ma quello che subiamo chi è ricoverato dovrebbe succedere a voi e poi vorrei vedere cosa fareste

  • Anche voi pubblicate ogni giorno dati sul covid. Contagi, tamponi ecc.ecc. Ma cosa c'e' di vero. La storia mia e di mia moglie ha dell'incredibile: 26/11/2020 tampone fiera per me negativo. 28/11/2020 tamponi fiera per me negativo, mentre mia moglie positiva. Tampone molecolare fiera risultato fra qualche giorno arrivederci. Arrivo sms per scaricare risultato tampone di mia moglie. Non e' il suo ma di tale Messina Pietro nato il 20/02/55. Tento di rintracciare telefonicamente l'ASP. Nessuno dico nessuno risponde. Il numero verde dopo un giro di qualche minuto risulta sempre occupato ed il 112 emergenza non mi fa neanche parlare e dopo risulta anch'esso sempre occupato. Il nostro medico intanto segnala sul portale prima mia moglie ed il giorno dopo me in quanto ho qualche linea di febbre. Mi telefonano l'USCA di via La Loggia e mi dicono che verranno dopo 10 giorni a fare il tampone. Giorno 09/12/2020 davanti al cancello 2 dott.sse ci fanno i tamponi e vanno via dicendo che dopo 2 giorni avremmo avuto il risultato. Fino ad oggi giorno 16/12/2020 nessun risultato. Contatti telefonici nessuno. Risponde solo il centralino che mi ha dato qualche numero di telefono di via La Loggia, ma non risponde nessuno. Dopo 12 squilli tutti i numeri di telefono risultano occupati. Quindi riepilogo: abbiamo il risultato del tampone di un altro tizio e basta. Io risulto sempre negativo con i tamponi fiera. Domanda finale: Tutti questi dati che vengono pubblicati e pubblicizzati dai media sono solo fandonie. L'amara realta' sono solo i numeri dei morti tra cui un nostro caro amico che coabitava nella nostra palazzina e giorno 13/12/2020 se ne andato dopo terapia intensiva e intubazione.

    • È successo anche a mio padre.Noi eravamo in isolamento e mia madre ricoverata,il giorno dopo il tampone arriva un messaggio a mio padre con scritto che l’esito del tampone era negativo,un link ed una password... aperta la pagina e inserita la password il tampone era di un’altra persona! È vergognoso... perdono addirittura gli esiti e i dati della gente! E soprattutto dicono che la spazzatura vengono a prenderla loro....non vengono per il tampone pensa un po’ se vengono per la spazzatura!

  • Solo parole... Ci fanno credere che tutto funzioni regolarmente, efficacemente, e dalle notizie che diffondono dai telegiornali, servizi dedicati, responsabili Asl, tutti abbocchiamo e ingenuamente pensiamo "caspita ma la nostra sanità, è organizzata veramente bene ed efficientissima". Solo menzogne, indegne falsità, tutti a farsi grandi a cercare gloria. Ma dovete solo vergognarvi. Non funziona nulla per come ci volete far credere. Persone positive mai contattate da nessuno, telefoni che squillano a vuoto, mail a cui nessuno risponde. Si giustificano che sono sommersi di lavoro, e allora perchè al drive-in della Casa del Sole, appuntamento alle 15:30, con calma spunta qualcuno alle 17:00, eravamo solo 11 macchine in attesa, e solo su invito. Si potevano fare centinaia di tamponi e invece rispedivano a casa chi ingenuamente arrivava e chiedeva di fare il tampone.. "No signore lo facciamo solo su invito dell'Asl competente". Quelle 11 macchine in attesa sono state liquidate in 10 minuti. Chi al tampone rapido è risultato negativo, saluti e via, chi invece ha fatto il tampone molecolare perchè positivo a tampone precedente... "stia tranquillo in 3 giorni le invieremo l'esito tramite mail". Vergognatevi.. 20 giorni e nessuno si è fatto sentire. Completamente abbandonati. Un amico infiltrato ci comunica in via ufficiosa che il tampone è ancora positivo, e si vergogna lui stesso di far parte di quella banda di nullafacenti, che potrebbero smaltire il lavoro in maniera rapida.. "guardo il referto" "positivo" "mando mail" e invece no ! Ti assale tanta rabbia, consapevole che il tuo sfogo rimarrà solo tale mentre i veri responsabili continueranno solo a blaterare... CHE SCHIFO !!

    • confermo parola per parola. Sono una associazione per delinquere

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento