← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

In via Amato il marciapiede è completo di divano

Via Paolo Amato · Zisa

Uno zozzone seriale "arreda" via Paolo Amato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ottimo, si sieda.

  • Ma poi , sempre a lamentarvi, questo è un servizio messo a disposizione dal comune per far riposare la gente , se stanca. Anche noi siamo stanchi, prima o poi riposeremo, ancora 2 anni, se siamo fortunati si dimettono prima.

  • Signori, se interpellate Orlando, naturalmente, come se lui fosse sindaco di Tunisi , dirà come sempre che non è colpa sua, ormai è diventato un ritornello. Giusto Catania con delega all'ambiente, non sa cosa sia l'ambiente. Norata non si sa che lavoro faccia. La città tutta è una discarica . È il loro comportamento è vergognoso.

  • Colpa di Orlando l hanno detto?

  • Anche la Polizia municipale fa la sua parte... ogni tanto si sveglia e fa qualche sceneggiata... ma ovviamente loro sono agli ordini del signor Orlando che tassativamente non vuole si tocchino gli incivili.... perché sono .... mischini... e hanno bisogno.. ma andate a casa per favore...

  • Tutta Palermo ormai è una discarica a cielo aperto, Norata sta facendo un ottimo lavoro... forse...

  • fosse solo via Paolo amato... in via a barbone , via maurigi non esiste un operatore ecologico , si vedo sono scarafaggi e topi che si nutrono

    • Noi di via Paolo Amato subiamo la mancata regolamentazione della differenziata. Proprio quello delle strade che scendono verso via Dante che sono obbligati a fare la raccolta differenziata vengono a riversare da noi la loro immondizia. Oltre al fatto che siamo gli unici in zona che abbiamo 10 contenitori all’angolo con corso Finocchiaro aprile e i negozianti buttano la qualsiasi. Io non me la prenderei con il sindaco, o quanto meno non è solamente colpa sua, prendiamocela con la mancanza di senso civico di ognuno di noi che crede di essere più furbo di altri e non rispetta le regole.

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento