← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Coronavirus, parla un infermiere: "A Palermo non mancano i lavoratori, ma i contratti giusti"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un infermiere palermitano che lavora in Toscana in merito all'emergenza Coronavirus.

"La sanità italiana soffre e intanto continua la ricerca di infermieri in tutto il territorio, da Nord a Sud - scrive Antonio G. - . Decine di avvisi pubblici straordinari con assunzioni immediate e con criteri che lasciano a desiderare, alcuni con graduatorie formate per ordine di arrivo delle risposte. Sono un infermiere palermitano che lavora in Toscana, come molti miei concittadini in questo periodo abbiamo ricevuto telefonate ed email con proposte di assunzione nella nostra città per via delle graduatorie formate nei mesi scorsi: 'Fantastico, si torna a casa', questo è quello che si pensa immediatamente, peccato che poi i contratti sono di 4 mesi o 6 mesi, con alcune aziende che si spingono addirittura a un anno, facendoti capire al telefono che è una opportunità quasi irrinunciabile".

"Ma non è tutto - prosegue -  la presa di servizio è dall’oggi al domani, come se stessimo ad aspettare loro, come se non dovessimo rendere conto alle altre aziende per le quali lavoriamo, e ovviamente le risposte a queste proposte di assunzione sono minime, graduatorie con migliaia di persone, centinaia di chiamate e intanto la sanità palermitana soffre; non perché non ci siano gli infermieri ma perché non vengono messi nelle condizioni di accettare, pur sapendo che la sanità nella nostra città ha tanti problemi da risolvere noi torneremmo volentieri. Ci vogliono le condizioni giuste - spiega - molti di noi lavorano con contratti a tempo indeterminato quindi fanno fatica a lasciare il posto di lavoro per contratti così brevi, a maggior ragione dall’oggi al domani, e nel frattempo le regioni che hanno fatto i concorsi possono avere la fortuna di attingere dalle loro graduatorie e proporre contratti a tempo indeterminato, già, perché le altre regioni i concorsi nei mesi scorsi li hanno fatti, la Sicilia è forse l’unica insieme alla Puglia a non averne fatti, eppure si potrebbe fare come le regioni Piemonte ed Emilia Romagna che hanno assunto con contratti di 36 mesi, con queste condizioni forse è possibile che la sanità palermitana abbia gli infermieri che non riesce a trovare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Purtroppo in tutti i settori ci sarebbero lavoratori...il contratto giusto nn esiste...devi accettare: contratti atipici o contratti determinati di 3/6 mesi; la quattordicesima che, qualora ci sia da.contratto, la.devi ritornare al.titolare...tredicesime che nn vengono date...assunzione su contratto a 8 ore e ne fai 10/11...Fino.a quando da parte dello Stato di fare seri.incentivi e da parte degli amministratori locali controlli a tappeto, nn si risolverà mai nulla...però nn vediamo l ora di scagliarci contro il soggetto di colore perché ci ruba il lavoro....Non è vero...la realtà è che nn accettiamo 2 euro/h per romperti la schiena...se i contratti fossero veri e giusti le cose sarebbero diverse...molto.diverse

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento