← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Altavilla Milicia, caretta caretta morta dopo aver ingerito una lenza

"Voglio raccontarvi la brutta esperienza vissuta appena arrivata in spiaggia ad Altavilla Milicia. Ho visto un gabbiano - spiega Genni Milazzo - poggiato su qualcosa a mare, a circa 300 metri dalla spiaggia, e mi sono incuriosita. Non c'erano né scogli né boe. Dopo aver chiesto se qualcuno avesse un binocolo, e non avendo riscontro, mi sono presa di coraggio e con una tavoletta galleggiante per bambini mi sono avvicinata laddove c'era il gabbiano appollaiato. Bene, era sopra una caretta caretta.

Con l' aiuto di un ragazzo l'abbiamo spinta sempre più vicino alla battigia, scoprendo che aveva una lenza impigliata nella bocca (o almeno era quello che si vedeva uscire dalla bocca). Purtroppo era già morta. Per noi bagnanti la tartaruga sembrava ancora viva, perché per via della pressione dell'acqua che aveva al suo interno si muovevano gli occhi, o almeno così ci ha spiegato il veterinario arrivato dopo tre ore.

Dopo le varie telefonate alla guardia costiera e una ai carabinieri, e dopo due ore di attesa sono arrivati gli uomini della guardia costiera e il veterinario, che non ha potuto far altro che prenderla e portarla via. Vi scrivo per comunicarvi anche che il giorno prima, a detta di altri bagnanti e dei proprietari dei lidi di quelle spiagge, è stata trovata arenata un'altra tartaruga di dimensioni più grandi. Spero nel vostro aiuto e invierò una mail anche al comune dove è successo tutto questo. Spero che vengano presi dei provvedimenti per salvaguardare questi poveri animali".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E che fine avrà fatto l'altra tartaruga?

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento