← Tutte le segnalazioni

Altro

Scuola, all'Ascione seminario sulle emergenze ambientali

Via Centuripe, 11 · Borgo Nuovo

Auditorium pieno oggi all'istituto Ascione per discutere insieme delle attuali e future conseguenze dei cambiamenti climatici sul nostro ecosistema e possibili soluzioni. Il secondo dei seminari sull'ambiente, "Lo sviluppo sostenibile per il futuro del Pianeta Terra", guidato dai professori di Scienze Andrea Milazzo e Fabio Grillo, si inserisce tra le diverse iniziative dell'Istituto volte a sensibilizzare gli studenti sulle questioni ed emergenze ambientali, sulla scia dell'appena conclusa settimana internazionale dedicata al clima, a cui hanno aderito giovani e non solo di tutto il mondo, sollecitati dalla caparbia e coraggiosa protesta di Greta Thunberg. Una risposta fattiva all'appello del ministro dell'Istruzione Fioramonti a scendere in campo e prendere parte a questa "battaglia improcrastinabile per invertire la rotta del Titanic e consentire la sopravvivenza del genere umano su questo bellissimo pianeta".

Tante le riflessioni emerse, stimolate anche dalla visione di immagini crude di inquinamento, degrado urbano e sociale accompagnate dalle note cupe e assordanti della chitarra elettrica del professore De Santes: aumento della temperatura e maggiore rischio di propagazione di malattie infettive, scioglimento dei ghiacciai e avvio desertificazione nel Mediterraneo e in Sicilia, calo sensibile della pesca locale e del pescato, conseguenza della diminuzione e quasi estinzione di alcune specie ittiche mediterranee anche comuni come le sarde, introduzione artificiale di insetti pronubi, utili all'impollinazione, conseguenza di un uso smisurato di pesticidi, deforestazione e diminuzione del verde, polmone della terra, prevalenza di logiche economiche che acuiscono il divario sempre più marcato tra ricchi e poveri, perdita di biodiversità e di fonti alimentari, urgenza di contromisure come l'uso di plastiche biodegradabili e stili di produzione e di vita alternativi: maggiore cura del verde, produzione e consumo di prodotti locali, riduzione e differenziazione dei rifiuti. "Fondamentale è il ruolo che ciascuno di noi può giocare per la salvaguardia degli ecosistemi terrestri e dell'equilibrio ambientale planetario".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
PalermoToday è in caricamento