rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Costume e Società

Revolution love, il taglio di capelli di un hair stylist palermitano contro le diversità

La nuova collezione moda di Francesco Arancio, racconta attraverso sei tagli di capelli la libertà di essere se stessi, di lottare contro gli stereotipi e di fare la rivoluzione in nome dell’amore

Colori eccentrici e rivoluzionari, caschetti corti e frange a dimostrare che ogni donna è libera di mostrarsi come più le piace se si sente bella. Si chiama “Revolution love” la nuova collezione moda dedicata ai capelli che porta la firma di un hairstylist palermitano. Francesco Arancio, 40 anni anagrafici e 25 di professione tra Palermo e il resto del mondo, presenta i nuovi tagli dedicati alle donne, ma ancor di più alle donne che subiscono ogni giorno soprusi e violenze senza essere libere. 

Un’ispirazione sempre più attuale in un mondo in cui se ognuno fa la sua parte aggiunge un tassello a quel percorso di sensibilizzazione verso un tema che, purtroppo, continua a riempire le prime pagine dei giornali. “Oltre 50 anni fa nasceva un movimento che faceva da apripista a lotte che hanno portato a diverse rivoluzioni - spiega Arancio -. Oggi tutto ciò è nostro malgrado ancora attuale. Viviamo in un’epoca in cui il razzismo, l’omofobia e la violenza sulle donne sono ancora troppo radicati. E la libertà rimane sempre un diritto violato per cui ancora la gente lotta ogni giorno”. 

Sei tagli per altrettante colorazioni che raccontano la libertà di essere donna, di lottare contro gli stereotipi e di fare la rivoluzione in nome dell’amore. “La mia ispirazione nasce da questo, per questo - prosegue l’hairstylist palermitano -. Nel mio piccolo, attraverso la mia passione che è anche il mio lavoro, provo a raccontare il mio disappunto verso ogni diversità. Credo che il mondo possa essere migliore di così e mi auguro che, presto, ogni individuo possa sentirsi libero di essere se stesso senza paura di giudizi o pregiudizi”. 

Ecco che ci sono il mullet, scalato e sfilato, corto soltanto sul davanti e sui lati, il bob, il caschetto più amato dalle donne, un lungo scalato morbido e un lungo con frangia dalla scalatura rigida, fino al bowl cuts (ovvero un taglio a scodella) e all’afro style, in perfetto stile Diana Ross.

La donna di questa collezione ha dunque un animo rivoluzionario e gentile. “Attraverso tagli con linee geometriche precise, scalature morbide e colore di capelli eccentrici e vivaci questa donna mostra al mondo quanto la libertà di essere se stessi venga prima di ogni cosa - conclude Arancio -. Io sono ‘Revolution Love’, ma ognuno può esserlo. Perché ho fatto mio il movimento contromoda credendo nel significato più vero e profondo di libertà. L’amore è ciò che salva il mondo dall’odio e dalla non accettazione del diverso. La diversità è ricchezza senza il quale non esisterebbe il progresso”.

Revolution Love (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revolution love, il taglio di capelli di un hair stylist palermitano contro le diversità

PalermoToday è in caricamento