Costume e Società

Dalla guerra al Covid, i 102 anni di nonno Salvatore

Nato a Palermo il 6 maggio 1919, per tanti anni è stato direttore generale dell'Istituto Autonomo per le Case Popolari. Oggi vive nella sua casa leggendo e guardando la televisione, scrivendo al computer per allenare la mente

Salvatore Ciappa col nipote Alessandro

L'elisir di lunga vita si trova in Sicilia perché uno dei nonnini più longevi d'Italia è palermitano. Si tratta di Salvatore Ciappa, il 102enne che ieri ha spento una valanga di candeline. 

Nato a Palermo il 6 maggio 1919, Ciappa ha sposato Santina Campo (morta qualche anno fa anche lei prossima al traguardo dei 100 ad "appena" 95 anni), ha avuto tre figli, Antonio, Giorgio e Renato e tre nipoti Giulia, Alessandro e Marta.

Dalla Seconda guerra mondiale, scoppiata quando era ragazzo, al Covid. E' lunghissima la vita di Salvatore Ciappa. Per tanti anni è stato direttore generale dell'Istituto Autonomo per le Case Popolari ed anche presidente della compagnia di Sant'Orsola che gestisce il camposanto. Andato in pensione ha coltivato come hobby la pallavolo. Presidente della GS Volley Palermo, è stella di bronzo e stella d'argento per meriti sportivi. Ha inoltre ricoperto la carica di componente del comitato provinciale della federazione Italiana Volley.

Oggi vive nella sua casa leggendo e guardando la televisione, scrivendo al computer per allenare la mente. Pochi anni fa ebbe l'idea di scrivere la sua biografia ma anche diverse novelle. Ultimo compleanno festeggiato i 100 al Tc2 con tutta la sua famiglia. Adesso rotta verso i 103. Perché questo nonnino non ha paura né del Covid né della morte e aspetta tutti quanti al suo prossimo traguardo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla guerra al Covid, i 102 anni di nonno Salvatore

PalermoToday è in caricamento