Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Costume e Società

"Ma perché è sempre Natale?", in libreria il romanzo di Rosemarie Tasca d’Almerita

Il libro della scrittrice palermitana edito da Torri del Vento Edizioni racconta di quel periodo dell'anno tanto odiato che l'ha costretta a condividere spazi e umori estranei e odiosi

Il male di vivere scorre tra le righe. All’inizio è quasi impercettibile, ma pagina dopo pagina  arriva all’anima del lettore come un pugno allo stomaco e lo trascina nel mondo confuso e caotico che tormenta Lucia, la protagonista di: “Ma perché è sempre Natale?” l’ultimo romanzo della scrittrice palermitana Rosemarie Tasca d’Almerita, edito da Torri del Vento Edizioni. 

Il Natale, che ostinatamente ritorna come un mantra, è il periodo dell’anno più odiato da Lucia. Sin da quando era bambina, costretta a vivere una ricorrenza privata del suo stesso senso di esistere: la famiglia. Una famiglia che avrebbe voluto unita, ma che invece la costringe a condividere spazi e umori a lei estranei e odiosi. Impossibile per Lucia essere felice presa com’è dalla smania vorticosa nella ricerca di un equilibrio tanto anelato quanto respinto e distrutto. 

Non le resta che scrivere. “Cara F.” è infatti l’incipit di tutte le lettere inviate all’amica d’infanzia, unica certezza della sua esistenza, che compongono questo moderno romanzo epistolare. Il solo modo che le consente di mantenere un contatto con la realtà scomposta dei suoi giorni che da Roma, New York,  Londra, Milano, fino in Sicilia, non trova pace.

Chi è Rosemarie Tasca d’Almerita

Rosemarie Tasca d’Almerita è nata a Regaleali, in provincia di Palermo. Ha trascorso gran parte della sua vita a Roma, ma dopo ventidue anni è nuovamente ritornata in Sicilia dove attualmente vive. “E’ stato un ritorno felice - dice la scrittrice - perché a Palermo ho ritrovato il cuore della vita e le mie origini. Non è un caso che anche Lucia, la protagonista del mio romanzo, ami questi luoghi". 

Nel corso della sua esistenza ha molto viaggiato, di rado da normale turista, preferendo piuttosto raggiungere persone amiche che l’hanno sempre affettuosamente accolta nelle loro case in ogni parte del mondo; questo le ha permesso di conoscere usi e costumi dei Paesi in cui veniva ospitata e di coglierne soprattutto gli aspetti umani. Sposata con il principe Antonello Ruffo di Calabria, scomparso nel 2017, fratello di Paola di Liegi, regina del Belgio alla quale Rosemerie continua ad essere molto legata.

La sua passione fin da piccola è stata la scrittura, che oggi coltiva con dedizione, raccogliendo memorie e ricordi, mescolando le vite di personaggi realmente incontrati a quelle di altri inventati. Con Torri del Vento ha anche pubblicato nel 2018 “Questioni di ali”. “Mi è sempre piaciuto scrivere - dice Rosemarie Tasca d’Almerita - e la forma epistolare è quella che amo di più, forse perché ho sempre scritto molte lettere ai tanti amici sparsi nel mondo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ma perché è sempre Natale?", in libreria il romanzo di Rosemarie Tasca d’Almerita

PalermoToday è in caricamento