rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Costume e Società

Chiuso in un cubo di vetro per un mese, l'illusionista ci ripensa: "Rinvio l'impresa"

Christian Carapezza si sarebbe dovuto chiudere all'interno di una teca al centro commerciale Conca D'Oro per tentare di sopravvivere senza cibo. "Il momento storico che stiamo vivendo, con una nuova ondata di contagi, mi ha spinto a compiere un passo indietro"

E' stata rinviata "The Cube", l'impresa da primato che avrebbe visto protagonista Christian Carapezza, illusionista estremo palermitano che il 7 novembre prossimo si sarebbe dovuto chiudere all'interno di un cubo di vetro al Centro commerciale Conca D'Oro di Palermo per tentare di sopravvivere, senza cibo, per quasi trenta giorni. 

Chiuso in un cubo di vetro (senza cibo) per un mese, l'impresa di un illusionista palermitano

"Il momento storico che stiamo vivendo, con una nuova ondata di contagi, mi ha spinto a compiere un passo indietro e a rinviare l'impresa - spiega Carapezza -. Anche a seguito dell'entrata in vigore dell'ultimo Dpcm avrei potuto realizzare l'evento ma non mi sembra una scelta responsabile andare avanti nonostante tutto, a fronte di uno scenario così cupo e fosco. Riprogrammerò l'impresa non appena la situazione epidemiologica sarà mutata in modo da vivere con la giusta serenità ed entusiasmo una sfida che non ha precedenti in Italia".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso in un cubo di vetro per un mese, l'illusionista ci ripensa: "Rinvio l'impresa"

PalermoToday è in caricamento