Mercoledì, 28 Luglio 2021
Costume e Società

Nasce "Firrìa Sicilia": cultura, didattica e turismo a bordo del carretto siciliano

Il progetto consiste nell'arrivo di 4-5 mezzi in un qualsiasi paese dell'Isola che poi sfileranno per il centro storico, con possibilità di trasportare a bordo un numero limitato di bambini

Viaggiare in Sicilia a bordo di un carretto siciliano, ascoltando i racconti e le canzoni dei carrettieri nel 2021. Da ora è possibile con "Firrìa Sicilia", il progetto ambizioso del cantautore e polistrumentista Giampiero Amato il quale oltre a portare la sua arte musicale e cantautorale per le vie dell'Isola, adesso propone qualcosa di unico e diverso dalle classiche forme di turismo.

Firrìa Sicilia - on the road a passo di carretto siciliano è un progetto culturale didattico e ricreativo che vuole tutelare e tramandare la cultura del carretto siciliano, parte integrante dell’identità siciliana, portandola a conoscenza diretta alle attuali e future generazioni. Il progetto consiste nell’arrivo di 4-5 carretti siciliani (in base alla richiesta e alla disponibilità) in un qualsiasi paese della Sicilia che poi sfileranno per il centro storico, con possibilità di trasportare a bordo del carretto un numero limitato di bambini.

Saranno contesualmente organizzati convegni con esperti e diretti discendenti di sangue di questa cultura, incentrando il focus sul carretto siciliano e sulla vita del carrettiere e presentando i canti di questi ultimi. Per finire uno spettacolo musicale con canti e balli della tradizione popolare Siciliana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce "Firrìa Sicilia": cultura, didattica e turismo a bordo del carretto siciliano

PalermoToday è in caricamento