Costume e Società

Cefalù, cinque attrazioni turistiche che non puoi non aver conosciuto nel borgo medievale

La porta sul mare, l'unica donna del mosaico, i tappeti di pietra, il forno di quartiere e la crema della Regina Elvira. La proposta arriva dalla "Cefalù card" che ha fatto una lettura delle tante attrazioni turistiche secondo le quattro stagioni

Cefalù, una perla incontrastata dell'isola, sede di uno dei gioielli del percorso arabo normanno e sede di uno dei più bei panorami siciliani. Chi volesse andare in gita nel piccolo borgo a pochi passi da Palermo deve sapere che sono cinque le attrazioni turistiche primaverili imperdibili. La porta sul mare, l'unica donna del mosaico, i tappeti di pietra, il forno di quartiere e la crema della Regina Elvira. La proposta arriva dalla Cefalù card che ha fatto una lettura delle tante attrazioni turistiche di Cefalù secondo le quattro stagioni.

La porta sul mare

Anzitutto la porta sul mare che è uno dei monumenti più antichi della città. Una porta scavata nella roccia che prende il nome di Postierla che si trova fra le mura megalitiche. Consentiva nell'antichità agli abitanti di entrare ed uscire dalla città per attingere l'acqua dolce che sgorga sul mare. Si trova nello spiazzo con cui si chiude via Porpora quando si congiunge con la via Pierre.

Il mosaico e i tappeti di pietra

La primavera a Cefalù passa anche dall'unica donna che si trova nel grande mosaico della Cattedrale. Quella giovane donna collocata sotto il Pantocratore che ha accanto quattro giovani principi che la servono. Primavera a Cefalù è attenzione alle donne ma anche una passeggiata ammirando i tappeti di pietra del centro storico. Il sole di primavera colora le diverse pavimentazioni delle strade tutte diverse ed ognuna più bella dell'altra. Dalla pavimentazione più bella che si trova sulla via Spinuzza a quella più elegante di via Ventimiglia e a quella più complicata di vicolo Miceli. Passeggiata che finisce alla fine di via Mandralisca dove si calpesta la pavimentazione con lo stemma della città di Cefalù.

Il forno di quartiere e il piatto tipico

La primavera a Cefalù è all'insegna del forno di quartiere ad oggi non sempre conosciuto. E' la chicca per la nuova stagione e per chi visita Cefalù. Si trova nel quartiere storico della città e in particolare nel cortile Guercio. E' un forno ancora oggi funzionante dove nel passato si cuoceva il pane di quartiere. Infine un piatto tipicamente di primavera: la crema della Regina Elvira uno dei dolci più antichi di Cefalù che risale al XII secolo. Il nome di questo dolce è "biancumanciari". Un piatto che veniva preparato ai tempi dei normanni per il Re Ruggero. Una crema bianca fatta con il latte che viene servita in forme di terracotta.

La Cefalù card

La «Cefalù card» ha l'obiettivo di far conoscere il territorio, a turisti e residenti, facendoli risparmiare. Grazie a sconti e promozioni, infatti, conduce le persone all’interno delle attrazioni turistiche indicando anche le vicine attività commerciali dove poter risparmiare. La nuova card diventa lo strumento di viaggio indispensabile per quanti decidono di trascorrere le loro vacanze a Cefalù e su tutto il territorio delle Madonie. «L'obiettivo di questa card - commenta Luca Macaluso, gestore del portale cefalu2do, che l'ha ideata, progettata e messa in circolazione - è di far camminare insieme turismo e promozioni, territorio e sconti particolari, ospiti e attività commerciali, cittadini e attrazioni turistiche». Grazie ad un collegamento particolare con il portale della Cefalù card ai possessori saranno comunicati in tempo reale promozioni, sconti e incentivi che arrivano di giorno in giorno Cefalù e su tutto il territorio circostante.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cefalù, cinque attrazioni turistiche che non puoi non aver conosciuto nel borgo medievale

PalermoToday è in caricamento