Angela contro Angela, la sfida di Roberto Lipari: "La cultura che supera il trash"

Il comico ha invitato i suoi followers a seguire su Instagram Alberto Angela e a non seguire l’ormai celebre Angela Chianello che con il suo “buongiorno da Mondello” e “non ce n’è coviddi” ha fatto il boom sui social. Per il divulgatore scientifico però 258mila seguaci in meno di 24 ore

Un guanto di sfida a tutti gli internauti per boicottare il trash a favore della cultura. È la curiosa - e virale - challenge lanciata da Roberto Lipari. Il comico, vincitore del talent show Eccezionale veramente e ad oggi nel nuovo cast di Striscia la Notizia, ha invitato i suoi followers a seguire su Instagram Alberto Angela e a non seguire l’ormai celebre Angela Chianello che con il suo “buongiorno da Mondello” e “non ce n’è coviddi” è salita in vetta alle classifiche dei tormentoni dell’estate.

Angela contro Angela. Quando si è accorto che Angela (Chianello) stava per sorpassare, in termini di seguaci, il divulgatore scientifico più famoso della tv, Lipari ha invitato la massa a seguire Angela (stavolta Alberto) così da stoppare la popolarità - improvvisa - della signora a cui sono stati dedicati portachiavi, canzoni e persino un videogioco. E il sorpasso, in effetti, è avvenuto. Lei 172 mila followers, lui 258 mila in meno di 24 ore.

“Lo so, ogni condivisione della notizia del boom social di Angela le fa crescere il numero dei seguaci, ma stavolta è per una buona causa - ha scritto il comico sul suo profilo Instagram -. Ecco perché lancio la #AlbertoAngelaChallenge. Segui Alberto e non seguire Angela! Seguilo e fallo seguire! Affinché non avvenga mai il sorpasso! Lì avremmo perso tutti!”.

E' bastato così appena un giorno per fare incetta di like. “Quello che è accaduto nelle ultime 24 ore è qualcosa di veramente assurdo – scrive in un post sui social Lipari -. Poco più di un giorno fa ho lanciato sul mio profilo Instragram la #AlbertoAngelaChallenge. Lo scopo era non far avvenire il sorpasso di followers da parte di Angela da Mondello, col suo nuovo profilo Instagram, nei confronti di Alberto Angela. Al motto di “Segui Alberto e non Angela”. Incredibilmente Alberto ha preso 110 mila likes in 24 ore. La challenge è stata addirittura condivisa da dei deputati della Camera. È finita su tutti i giornali, radio e tv. E per adesso siamo in vantaggio. Non fermiamoci!!! Siamo la resistenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una sfida social che ha conquistato davvero tutti. “Questa challenge ironica è una metafora di ciò che vorrei in questo paese - conclude Lipari -. La cultura che supera il trash. Il contrario mi spaventa. Vi ringrazio perché non c’è stato nessun atto di bullismo nei confronti della signora Angela. Perché lei è vittima di questa società quanto noi. Anche perché quelli che mi preoccupano per davvero sono  coloro i quali la seguono solo per offenderla. Io sono stato il primo ad aver fatto leva sul tormentone per dare il titolo al mio nuovo spettacolo, ma traendo da tutto ciò un ragionamento di senso e senza mai bullizzarla. Chi ha visto lo spettacolo lo sa. Ho preferito trasformare la notizia del boom followers di Angela in un’occasione per ribadire ciò che diceva Socrate ‘Esiste un solo bene, la conoscenza...’. E spero di esserci riuscito. Nel frattempo mi sto immaginando Alberto Angela che non si spiega che caspita sta succedendo nel suo profilo. Ma va bene così”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento