rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Lo studio

Mummie di bambini ai raggi X per trovarne l'identità, ricercatori inglesi alle Catacombe dei Cappuccini

Progetto dell'Università di Staffordshire, stanziati 84 mila euro. Un team di esperti al lavoro su 41 corpi custoditi nell'area sotterranea del convento per stimarne età e sesso, oltre che per cercare di risalire a prove documentali

Dare un’identità a 41 mummie di bambini delle Catacombe dei Cappuccini di Palermo attraverso i raggi X. E’ l’obiettivo di un progetto dell’Università inglese di Staffordshire. Il team di ricercatori ha avuto accesso esclusivo a una parte non studiata del cimitero sotterraneo del convento in cui sono custoditi quasi 1.300 corpi mummificati, dalla fine del XVI all’inizio del XX secolo. Lo studio, partito a dicembre scorso avrà durata biennale ed è stato finanziato con 70 mila sterline, pari a circa 84 mila euro, dall’Arts and Humanities Research Council, consiglio britannico che sostiene la ricerca e gli studi post-laurea in arti e scienze umane.

Come sarà condotta la ricerca

Nel progetto saranno utilizzati metodi radiografici non invasivi all'avanguardia per analizzare i resti dei bambini mummificati nel XIX secolo. Gli esperti eseguiranno oltre 500 radiografie e acquisiranno immagini digitali di ogni parte dei corpi nel tentativo di stimarne età e sesso, oltre che per cercare di identificare eventuali lesioni. Mark Viner, docente di Radiografia forense all'Università di Cranfield, descrive così la ricerca: “E’ un'opportunità unica per saperne di più sulle vite, le morti e le pratiche funerarie dei bambini nella Sicilia del XIX secolo. Effettuare le radiografie nelle catacombe sarà logisticamente e tecnicamente impegnativo. Lavoreremo in uno spazio limitato e le mummie sono molto fragili. Non solo dovremo essere rispettosi dei defunti, ma dovremo spostarli il meno possibile".

"Una delle più importanti collezioni di mummie al mondo"

Secondo Kirsty Squires, docente di Bioarcheologia della Staffordshire University, che guida il progetto "le Catacombe dei Cappuccini comprendono una delle più importanti collezioni di mummie al mondo". Squires spiega: "Ci sono pochissime prove documentali sui bambini mummificati e i registri di morte del periodo contengono informazioni limitate. Il nostro studio correggerà questa lacuna di conoscenza". Nel team anche l’esperto di radiografia, Wayne Hoban e Robert Loynes, egittologo specializzato nell'interpretazione di immagini di resti mummificati. Il progetto sarà realizzato sotto la supervisione della Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali di Palermo.

Piombino-Mascali e gli studi su Rosalia Lombardo

Squires avrà al fianco anche il curatore scientifico delle Catacombe dei Cappuccini, l’antropologo Dario Piombino-Mascali, docente dell'Università di Vilnius, che dal 2007 dirige il "Progetto Mummia Sicilia", un'indagine multidisciplinare sulle collezioni di corpi conservati disseminati nell’isola. Piombino-Mascali ha anche indagato sulla storia di Rosalia Lombardo, ribattezzata "la bella addormentata di Palermo", morta il 6 dicembre 1920 a due anni, probabilmente la mummia più celebre delle Catacombe dei Cappuccini.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mummie di bambini ai raggi X per trovarne l'identità, ricercatori inglesi alle Catacombe dei Cappuccini

PalermoToday è in caricamento