rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Costume e Società

Butterfly, il sopravvissuto: Francesco Benigno cerca attori per il suo nuovo spettacolo a teatro

L'appuntamento è al Teatro Micro, in via Giuseppe Pagano 27. Le figure richieste sono una di sesso maschile, tra i 25 e i 30 anni, e una femminile, tra i 35 e i 40 anni

Francesco Benigno cerca attori per il suo nuovo spettacolo a teatro. L'associazione culturale Mary, dopo aver prodotto nel 2020 il film "Il colore del dolore", vincitore di diversi premi, è già al lavoro per una nuova produzione. 

Doppia data di casting per selezionare due ruoli: giovedì 3 febbraio dalle 15 alle 19 e venerdì 4 febbraio dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, l'appuntamento è al Teatro Micro, in via Giuseppe Pagano 27. Le figure richieste sono una di sesso maschile, tra i 25 e i 30 anni, e una femminile, tra i 35 e i 40 anni. Chiunque fosse interessato a parteciparvi, potrà presentarsi direttamente al teatro negli orari indicati.

Lo spettacolo si intitola "Butterfly, il sopravvissuto" e sarà diretto da Gianni Clementi, uno dei più importanti e apprezzati registi teatrali. Nel cast, tra gli altri, anche gli attori Francesco Benigno (Mery per sempre, Palermo-Milano solo andata, Anni '90, L'ora legale, solo per citare alcuni tra i film che lo hanno visto protagonista) e Alessandro Agnello (Ris, Squadra Antimafia, La vita rubata).

Sarà una messa in scena che racconterà la cronaca degli attentati di mafia degli anni Novanta, con una narrazione brillante e un linguaggio introspettivo dal punto di vista di chi, per pura casualità, sopravvisse alle stragi al contrario di altri colleghi poliziotti. Ossia di giovani che, per una serie di coincidenze, hanno avuto un destino più fortunato di coetanei diventati eroi, troppo spesso dimenticati col tempo. 

Ragazzi lontani dai riflettori persino della stessa cronaca nera, impegnati in una straordinaria fedeltà e difesa delle istituzioni che li ha portati ad affrontare una vita quotidianamente pericolosa. Tutto questo con la voglia di vivere la spensieratezza e l'incoscienza della giovane età. “Cosa vuoi che succede” è infatti la frase che uno dei tre protagonisti dello spettacolo, rivolge a un collega mentre rischia la vita facendo la scorta a un magistrato.

Si tratta di un progetto che affronta tematiche di coraggio, amicizia e, altresì, di dislivelli sociali, dedicandosi al riscatto personale di quegli “ultimi” di cui raramente ci si ricorda davvero la centralità nel sistema giudiziario del nostro Paese. Ecco perché sarà anche un’importante occasione per un confronto con la storia italiana che, talvolta, i più giovani ignorano. 

L'obiettivo della produzione è quello di mettere in scena un “teatro nudo e crudo”, senza filtri, in un’atmosfera magica, basata su un'alternanza di dialoghi brillanti e drammatici che fonde la storia con le canzoni d'epoca di inizio anni '90 e la cronaca spicciola di quel periodo. Lo spettacolo, patrocinato dall'Assessorato al Turismo della Regione Sicilia con il supporto di Nuovo Imaie, sarà sponsorizzato da Karol Strutture Sanitarie, Equipe Vernengo e Edil Case Sicilia. La data del debutto è prevista per il 23 maggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Butterfly, il sopravvissuto: Francesco Benigno cerca attori per il suo nuovo spettacolo a teatro

PalermoToday è in caricamento