Domenica, 14 Luglio 2024
Costume e Società

Guarire dall'amore tramite l'arte: a Palermo nasce una galleria dedicata ai romantici

Riparte la seconda edizione della "Broken hearts gallery", un progetto artistico sui modi in cui amiamo e perdiamo. Oggetti, storie e materiali multimediali inviati fino al 15 aprile serviranno a trasformare il Biotos in uno spazio pop up

E se si potesse guarire dall’amore tramite l’arte? A maggio riparte la seconda edizione della “Broken hearts gallery”, un progetto artistico sui modi in cui amiamo e perdiamo, curato dalla fotografa e giornalista Giorgia Görner Enrile. Aperto a tutti, romantici e artisti, chi parteciperà potrà esporre le proprie opere all'interno dello spazio Biotos.

Iscrizioni fino al 15 aprile 

Nata per fare tesoro e condividere le storie di crepacuore, i beni simbolici e anche per liberarsi dei fantasmi degli ex, la “Broken hearts gallery” funziona in modo semplice: le persone possono condividere il loro amore e la loro separazione, con oggetti, storie e materiali multimediali. Il materiale raccolto, fino al 15 aprile, servirà per trasformare il Biotos in uno spazio pop up per gli oggetti che l’amore si è lasciato alle spalle, per incoraggiare un movimento e un nuovo inizio per tutti i romantici e i cuori spezzati.

Come partecipare 

Come contribuire? Invia per posta o porta l’oggetto fisico e la sua storia, a Palermo, seguendo le istruzioni del modulo di partecipazione qui scaricabile. L'importante è che la donazione sia accompagnata dal modulo firmato. Inoltre, è possibile mandare un contributo multimediale via mail a: areabhgallery@gmail.com.

Call per artisti 

Se sei un artista, invece, il curatore selezionerà in base alle dimensioni, 20-30 opere degli artisti che vogliano raccontare la loro visione dell’amore, sia in positivo che in negativo, in una collettiva tutta siciliana. Basterà inviare la foto della tua opera, con nome, titolo, descrizione, tecnica e breve biografia alla mail areabhgallery@gmail.com, entro il 15 aprile, scrivendo nell’oggetto: Collettiva Broken hearts gallery.

La curatrice 

"Sono lieta di riproporre il progetto, dopo il grande successo avuto l'anno scorso. L'amore è sempre più fast, ma non per tutti… specialmente per coloro che hanno veramente amato. Gli oggetti che sopravvivono a una relazione, diventano testimonianza della labilità di promesse e giuramenti. Sono schegge di vita, trasfigurazioni di elementi autobiografici e, spesso, un invito a diffidare del prossimo partner, dei suoi gesti e regali, senza dare la libertà di vivere il momento e distruggere quello che potrebbe essere un grande amore - spiega Giorgia Görner Enrile -. La Broken hearts gallery vuol proporsi come un percorso che, partendo dal dolore e dalla condivisione, porta alla rinascita di quella speranza. Nello stesso tempo, è anche un viaggio empatico sull’amore vissuto di ognuno di noi evidenziando che, per quanto forte sia, è molto fragile" conclude.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guarire dall'amore tramite l'arte: a Palermo nasce una galleria dedicata ai romantici
PalermoToday è in caricamento