Costume e Società

"Soda caustica", musica di una prigionia interiore: la canzone d'esordio dei Gelardi al limone

Il brano che mescola atmosfere anni Settanta, garage rock e un retrogusto più contemporaneo alla Maneskin, è stato vincitrore del primo premio e del premio al miglior testo del contest "Ricordati chi sei"

S’intitola Soda caustica il brano d’esordio dei Gelardi al Limone, la band formata dai fratelli Gelardi (Stefano alla voce, Francesco alla chitarra e Michele alle percussioni) e dalla bassista, nonché loro amica d’infanzia, Noemi Orlando, pubblicato martedì 19 gennaio, con annesso videoclip, su YouTube. 

La canzone, che mescola atmosfere anni Settanta, garage rock e un retrogusto più contemporaneo alla Måneskin, è stata la vincitrice del primo premio e del premio al miglior testo del contest Ricordati chi sei, il progetto contro la violenza di genere promosso dalla Cooperativa 3P, l’Unione degli Assessorati e il Consorzio Tartaruga con il contributo del Dipartimento per le Pari opportunità e il supporto tecnico di Wordmage e dell’associazione Rock10elode. Nel videoclip - girato dalla regista palermitana Costanza La Bruna e scritto a quattro mani da lei e Martino Giordano - protagonisti sono gli attori Alan Geraci, Martina Aloisio e Niccolò Cucci.

"La canzone, come dicono anche i Gelardi - spiega la regista del videoclip - parla sì di prigionia, ma di prigionia da se stessi. L’idea iniziale infatti è partita da un’installazione di Marina Abramovi? in cui i corpi non comunicano perché non si toccano, sono bloccati in una condizione di cattività. Poi abbiamo pensato insieme a un percorso di crescita che li porta a liberarsi e accettarsi, un tema fondamentale per la condizione della donna dal secondo Novecento in poi, oggi più che mai". 

Per i Gelardi al Limone Soda caustica rappresenta un esordio, sì, ma soltanto in parte. Formatisi all’interno del laboratorio musicale Ciao mamma, oggi suono al mercato (ideato da Patridà Records e dall’associazione Rock10elode), i quattro ragazzi avevano già ottenuto il podio (secondi classificati) di quel laboratorio con il brano Onironauta. A marzo dello scorso anno invece, in pieno lockdown, avevano registrato in casa la canzone 23 maggio, che ha ottenuto grandi consensi da parte del pubblico quando Ficarra e Picone l’hanno condivisa sul proprio account Facebook ufficiale. 

"Soda caustica è speciale - spiega Stefano Gelardi - e rappresenta un esordio nell’esordio, perché è il primo passo verso un progetto discografico più grande, sul quale stiamo ragionando già da più di un anno con Claudio Terzo di Patridà Records e Gianni Zichichi di Rock10elode. Loro ci hanno visto “nascere” e ci hanno proposto di lavorare al nostro fianco sul nostro primo lavoro, e noi non vediamo l’ora che tutto questo possa vedere la luce".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Soda caustica", musica di una prigionia interiore: la canzone d'esordio dei Gelardi al limone

PalermoToday è in caricamento