Martedì, 28 Settembre 2021
Costume e Società

"Ricordati chi sei", il brano cantato da 13 artisti palermitani che piace alla ministra Bonetti

Il contest musicale contro la violenza di genere aperto ai giovani musicisti è stato vinto dai Gelardi al Limone. Sul podio anche Francesca Teriaca e Luca Civiletti. Gli alunni del Basile hanno assegnato anche un premio speciale a Sharp 

Sono più di quindicimila gli ascoltatori e gli spettatori che hanno seguito la finale del progetto "Ricordati chi sei", il contest musicale contro la violenza di genere aperto ai giovani musicisti. L’evento è andato in onda contemporaneamente su Radio Time, Radio Time Tv e in diretta Facebook all’interno del programma #ramecasa, condotto dal musicista Claudio Terzo e dalla bartender Chiara Mascellaro.

Ad aggiudicarsi il podio sono stati, in ordine, i Gelardi al Limone (con il brano Soda caustica, vincitori anche del premio per il miglior testo), Francesca Teriaca (con Prepotente) e Luca Civiletti (con Le stelle di Andrea). Gli alunni del Basile hanno assegnato anche un premio speciale a Sharp e la sua Abisso blu. I Gelardi al Limone adesso registreranno la canzone in studio, e della stessa sarà girato un videoclip.

Il brano corale (intitolato proprio Ricordati chi sei) che i ragazzi hanno cantato alla fine dell’esibizione, scritto dal rapper Dinastia (al secolo Maurizio Musumeci), ha invece catturato l’attenzione della ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, che ha così commentato il progetto: "Ricordati chi sei è un progetto straordinario che abbiamo promosso come Dipartimento per le pari opportunità. Orgogliosa, adesso, di presentare questa bellissima canzone, che dà la voce alla passione e al desiderio di ragazze e ragazzi che hanno compreso che la violenza contro le donne non ha mai ragione, e che c’è un messaggio chiaro da dare a tutte le donne: sei preziosa, e ricordati che non sei più sola. Fallo sapere a chi opera violenza, apri quella porta, esci dalla violenza, perché c’è tutto un mondo bellissimo, che è pronto ad accoglierti e a restituirti quella libertà che t’è stata negata. Libera puoi aprire quella porta, perché non sei sola. E libera puoi ricominciare". 

Il progetto è stato finanziato dal Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, promosso dalla Cooperativa sociale 3P Padre Pino Puglisi, da Wordmage, il consorzio Tartaruga e l’Unione degli Assessorati, con la direzione artistica dell’Associazione Rock10elode.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ricordati chi sei", il brano cantato da 13 artisti palermitani che piace alla ministra Bonetti

PalermoToday è in caricamento