Costume e Società Monreale

"Mi parli così", la nuova canzone di Mess: musica autobiografica che non guarda al passato

Creazione e produzione del brano sono il frutto della collaborazione con Atom, azienda di produzione cinematografica palermitana, che ha accolto il cantautore monrealese nella sua grande famiglia

Arriva in radio "Mi parli così", l’ultimo inedito di Mess, la stella nascente della musica italiana che ha spiccato il volo da Monreale e che, ad oggi, ha al suo attivo tre successi e diversi premi ottenuti in altrettanti festival di musica a livello nazionale.

Un brano autobiografico, come spiega l’artista: “Questa canzone racconta l’importanza di andare avanti nella vita senza mai guardare al passato. Scrivere questo testo ha suscitato in me un insieme di emozioni, molto spesso contrastanti tra di loro. Il testo, indirizzato principalmente ai giovani, ma non solo, invita a tirar fuori il coraggio di dire di no a una persona importante, anche quando magari in quel momento il tuo cuore ti spingerebbe da lei. E allora che si fa? Se tappi le orecchie senti la sua voce che fa ‘la la la’”.

Creazione e produzione del brano sono il frutto della collaborazione con Atom, azienda di produzione cinematografica palermitana, che ha accolto Pietro nella sua grande famiglia, facendo crescere l’artista fino a farlo diventare Mess. Il brano parla ad un amore perduto che riecheggia tra le note e le parole e per dimenticarlo è necessario tapparsi le orecchie, ma neanche questo basta a fermare il “la la la”. 

A 20 anni Mess, con 10 festival vinti in cinque anni, si sta imponendo nel panorama musicale italiano rompendo tutti gli schemi. Siciliano di nascita, Pietro Messina, in arte Mess, ha spiccato il volo da Monreale, nel Palermitano, senza mai dimenticare le sue radici e i suoi affetti, che restano il punto fermo della sua vita: “Devo tutto alla mia famiglia, in particolare a mio nonno che mi ha insegnato le prime canzoni da militare: le cantavamo insieme senza sosta. A casa tutti ascoltavamo musica, da Mina a Gianni Morandi passando per Ranieri, e il mio amore per questa forma d’arte è nato così, e mi sta accompagnando lungo tutto questo percorso”.

Se la famiglia è fondamentale per Mess, anche l’amore ha avuto la sua importanza fin dall’infanzia: “Mi vergognavo molto all’idea di dover cantare davanti ad altre persone, ma in terza elementare mi sono innamorato di una mia compagnetta e allora senza pensarci troppo, durante una gita scolastica, in pullman, ho preso in mano coraggio e microfono e le ho dedicato una canzone: ‘L’amore’ dei Sonora”.

“Di giorno in un modo, di notte in un altro” come diceva Shrek, così Mess vive ogni giorno, tra la musica e l’attività di famiglia, un ristorante a Monreale dove Pietro continua a lavorare tutti i giorni. “Salire sul palco è sempre bellissimo. La musica mi da la scossa per la giusta carica di adrenalina, permettendomi di far arrivare al pubblico le mie emozioni e chi sono veramente. Quando sono lì mi sento di potere spaccare il mondo”, conclude Mess.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi parli così", la nuova canzone di Mess: musica autobiografica che non guarda al passato

PalermoToday è in caricamento