rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Costume e Società

Convergenze, duetti e canzoni italiane d'autore: esce l'album pop-jazz di Samaritano

Il progetto discografico del cantante palermitano rinnova e rigenera brani che hanno fatto la storia della canzone. Duetti tra gli altri anche con Mario Venuti, Bungaro, Mariella Nava, Pierdavide Carone e Lello Analfino dei Tinturia

Venerdì 19 novembre esce in digitale l’album “Convergenze” (distribuzione Artist First) nuovo progetto discografico di Samaritano, co-prodotto artisticamente con Roberto Mezzatesta, in cui il cantautore siciliano rinnova in chiave pop-jazz brani che hanno fatto la storia della canzone d’autore italiana, duettando in questo disco con Mario Venuti, Nino Buonocore, Bungaro, Ma-riella Nava, Pierdavide Carone, Vittorio De Scalzi dei New Trolls, Gianni Donzelli degli Au-dio2, Mimmo Cavallo, Lello Analfino dei Tinturia, Rosario Di Bella, Cirrone. Oggi, In contem-poranea, esce in radio il brano “Guardastelle” feat Bungaro.

“L'intento di questo lavoro discografico è stato quello di rendere un autentico omaggio agli autori di brani storici e di rigenerarne la bellezza intrinseca, conservandone l'essenza - racconta Samaritano -. Le canzoni diventano, quindi, protagoniste assolute di una possibile, bella metamorfosi, da un ambiente musicale pop ad un altro vicino al jazz. Divengono luogo musicale nel quale conver-gono due voci, due anime, due visioni dello stesso brano, quella di chi ha scritto e di chi ha imma-ginato potesse diventare altro. 

Samaritano descrive così la genesi di questo disco: "Restare chiusi in casa durante la pandemia ha reso le giornate monotone e molte persone hanno vissuto un rallentamento dello scorrere del tempo. Per altre invece l'effetto è stato quello di un'accelerazione. Le relazioni si sono liofilizzate nel viavai sonoro delle spunte azzurre sui nostri smartphone. Nel caso di noi musicisti, devo ammettere, abbiamo accolto la lentezza nelle nostre quotidianità, ed abbiamo perciò riscoperto la voglia (avendone il tempo) di tessere nuove collaborazioni e di condividere la nostra arte con gli altri. In questo clima è nato l'album "Convergenze", la piena manifestazione di questa voglia, di questo piacere, forse perché si è condivisa la stessa condizione, abbiamo avuto voglia di volare, di suonare, di cantare fuori dalle nostre case in compagnia di chi avrebbe condiviso con noi le stesse emozioni. Con qualcuno degli ospiti di questo album non ci conoscevano neppure, o magari ci si era visti di sfuggita dietro le quinte di qualche manifestazione; eppure, hanno risposto immediatamente all'appello e partecipato al progetto condividendo l'entusiasmo con la mia stessa partecipazione". 

L'album è composto da 12 brani, di cui sette cantanti in duo con l’autore originale. Ecco la tracklist completa: Caffè nero bollente (con Mimmo Cavallo), Felicità (con Pierdavide Carone), Rosanna (con Nino Buonocore), 29 settembre (con Gianni Donzelli degli Audio 2), A chi mi sa dare musica (con Lello Analfino Tinturia), Adesso con chi stai? (con Mario Venuti), Solo un gigolò (con Cirrone), Il gioco delle parti (con Mariella Nava), La casa del pazzo (con Rosario Di Bella), Guardastelle (con Bungaro), Lontano Lontano (con Vittorio De Scalzi New Trolls), Guarda che luna (Ruggero Mascellino). 

“Convergenze” è stato anticipato dal primo singolo “Adesso con chi stai?” (feat. Mario Venuti) e dal videoclip, premiato con una Menzione d’onore al Prague International Monthly Film Festival 2021 e indicato come “Official Selection” al Berlino Movie Awards 2021. Dal secondo singolo “Caffè nero Bollente” (ascolta qui) feat. Mimmo Cavallo e dall’ultimo estratto “Rosanna” feat. di Nino Buonocore, con videoclip (diretto da Gabriele De Palo e Giulia Costumati), finalista al Rome Indipendent Prima Awards 2021.

Hanno partecipato i musicisti: Antonio Anastasi (batteria), Fulvio Buccafusco (basso e contrabbasso), Orazio Maugeri, sax tenore, sax soprano; Alessandra Fenech, violino; Alessandro Presti, tromba; Emilio Garofalo, chitarra acustica; Ruggiero Mascellino, fisarmonica; Giorgio Garofalo, violoncello; Riccardo Botta, viola; Alessandro Bavetta, violino; James Hutchings, violino; Alice Sparti, Alessandro, Bruno e Mirko Cirrone, cori. La produzione artistica è di Samaritano e Roberto Mezzatesta. Il disco è stato registrato e missato a Villagrazia di Carini da Roberto Mezzatesta, che ha curato anche gli arrangiamenti, tra settembre 2019 e novembre 2020. 

Chi è Samaritano

Nato a Palermo il 17 dicembre 1969, Samaritano (pseudonimo di Salvatore Samaritano) è un cantautore, musicista, interprete, architetto e docente di arte. Dopo aver fatto parte del gruppo “Time Out”, con il quale partecipa al San Vito Jazz Festival (1990), riceve gli apprezzamenti di un grande jazzista come Enzo Randisi e intraprende un sodalizio artistico con la cantautrice siciliana Aida Satta Flores, con la quale scrive (a quattro mani) un considerevole numero di canzoni e collabora come corista. Nel 1992 collabora alla scrittura e composizione del primo album della cantautrice palermitana, prodotto, arrangiato e suonato dai Nomadi (“Il profumo dei limoni”, etichetta Nomadi distribuito CGD). Nel 1993 è finalista regionale al Concorso “Sanremo famosi”. Nel 1994 Vince il Concorso “Sanremo Nuovi Talenti”, guadagnando la pubblicazione di un album in rotazione sulle radio nazionali e posto all’attenzione della commissione organizzatrice del quarantacinquesimo Festival di Sanremo. L’etichetta “Sanremo Music and Show” presenta il cantautore alle selezioni in corso per “Sanremo Giovani” nell’ambito delle quali Samaritano sfiora l’approdo al Festival della Canzone Italiana fermandosi solo alle finali. Nel 1996 inizia un sodalizio artistico con Mimmo Cavallo, con il quale collabora come corista. Dal 1997 al 2015, insieme con il chitarrista ed amico Alberto Di Marzo e con l'amico cantante Alessandro Pantano, si esibisce in giro per tutta la Sicilia. Durante gli stessi anni persegue un altro sogno, laureandosi nella Facoltà di Architettura presso l'Università degli Studi di Palermo ed intraprendendo, così, la carriera di architetto. Dal 2015 è architetto CF style, scrive, progetta e pubblica per la rivista “CASAfacile” (Mondadori). Nel 2000 raggiunge un terzo obiettivo abilitandosi all'insegnamento per la scuola secondaria di primo e secondo grado, specializzandosi nel sostegno e grazie al quale ottiene l'immissione in ruolo nel 2010. “Convergenze” è il suo primo album ufficiale, anticipato dall'uscita di un primo singolo (“Adesso con chi stai?” - Samaritano feat. Mario Venuti) prevista l'11 dicembre 2020 distribuito da Artist First.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convergenze, duetti e canzoni italiane d'autore: esce l'album pop-jazz di Samaritano

PalermoToday è in caricamento