rotate-mobile
Costume e Società

Da una stanzetta in corso dei Mille spicca il volo: l'album d'esordio di Pasquale Provenzano

Si chiama "Piccole, minuscole cose" ed è prodotto da Mind. Dieci tracce che prendono spunto dalla vita privata dell'autore originario di Prizzi

Esce in digitale e in formato cd “Piccole, minuscole cose” (Mind), album d’esordio, accompagnato dal singolo “Vivo, del cantautore e polistrumentista palermitano Pasquale Provenzano, già anticipato da quattro brani: “Multinazionale”, “Non Tremo Più”, “Milioni di Parole” e “Libri da un Beverly”. 

Pasquale Provenzano inaugura il 2023 con il suo nuovo album e svela l’intero mosaico che compone “Piccole, minuscole cose”: dieci tracce che prendono spunto dalla vita privata dell’autore per assurgere a manifesto di un’intera generazione, a volte smarrita e nostalgica, ma anche affamata di vita come non mai. "Il titolo dell’album è identificativo della dimensione intima e dell’intento con cui l’ho sviluppato - racconta l’artista - parliamo di un disco scritto in camera mia, sul mio telefono, su quell’agenda così bella che quasi avevo paura a sporcare, e poi prodotto tra una stanza dismessa sopra un garage a Prizzi e la mia camera in Corso dei Mille, a Palermo. Tutto è confluito in questo album. Che parla di me, certo, ma anche di tutti i miei coetanei". 

Pubblicando il suo album d’esordio assieme al singolo “Vivo”, l’artista consegna anche la chiave di lettura dell’intero progetto. Il brano è caratterizzato da ritmi gioiosi e una frizzante energia pop, anche se il testo non rinuncia a scandagliare le caratteristiche dei ragazzi di provincia, rievocando padri e madri - consumistici e non - della loro formazione culturale. Non a caso, “Vivo” è anche la traccia di apertura di “Piccole, minuscole cose”: un accesso privilegiato al mondo di Pasquale Provenzano, che fa di se stesso e della propria vita uno specchio in cui un’intera generazione di Millennials può riconoscersi, trovando una formula efficace e fresca fra indie e cantautorato.

Il disco, in uscita per la label indipendente Mind, è stato prodotto da Pasquale Provenzano. La cover è di Elena Galioto, le foto sono di Jacopo Clemenzi e Deborah Lo Cascio. Classe 1995, il cantautore e producer Pasquale Provenzano ha iniziato a suonare a 16 anni, ma scrive da quando ha imparato a farlo. La definizione di indie indossa il suo vestito migliore, quando si applica al suo stile, che mescola synth e cantautorato, poesia e lo-fi in modo inedito e sapiente, grazie ad influenze eterogenee, che spaziano da Lucio Dalla a Dimartino, passando per John Mayer. Nel 2021 entra a far parte del roster di Mind, etichetta indipendente palermitana. Esordisce con il singolo “Multinazionale”, seguito da “Non Tremo Più”, “Milioni di Parole”, “Libri da un Beverly” e, per finire, “Vivo”, traccia che si accompagna all’uscita del suo primo album “Piccole, minuscole cose”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da una stanzetta in corso dei Mille spicca il volo: l'album d'esordio di Pasquale Provenzano

PalermoToday è in caricamento