Terrasini, parte il progetto Erasmus +2019: cerimonia di benvenuto a Palazzo d'Aumale 

Cinque nazioni partecipanti: Lituania, Romania, Polonia, Turchia e Italia. A rappresentare quest'ultima l’istituto comprensivo Giovanni XXIII. Tra le iniziative in programma la rievocazione della tradizionale Festa degli Schietti col rituale dell’alzata dell’albero 

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Lunedì 27 maggio alle 10:30, al Museo regionale di Palazzo d’Aumale a Terrasini si svolgerà la cerimonia di benvenuto del Progetto Erasmus + dal titolo “Cultural HeritageJourney with models”. Il progetto, che vede coinvolte cinque nazioni tra cui l’Italia, con l’istituto comprensivo “Giovanni XXIII” di Terrasini, la Lituania, la Romania, la Polonia e la Turchia, si propone la valorizzazione del patrimonio culturale e turistico europeo, ai fini dell’educazione alla cittadinanza attiva e alla presa di coscienza, da parte delle giovani generazioni, delle risorse storico-artistiche del proprio territorio.

L’evento, curato dall’Istituto comprensivo “Giovanni XXIII” col patrocinio della Comunità europea, dell’Agenzia nazionale Indire, dell’assessorato ai Beni culturali della Regione Sicilia, e con la collaborazione del Comune di Terrasini e della Capitaneria di Porto, prevede le seguenti attività: visita del Museo regionale di Palazzo d’Aumale (9:30); convegno sulla valorizzazione del patrimonio culturale e turistico del territorio siciliano (10:30); esibizioni artistiche delle eccellenze studentesche dell’I.C. “Giovanni XXIII” (11:30); rievocazione della tradizionale Festa degli Schietti col rituale dell’alzata dell’albero (12:00).

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento