Scuola

Scuola negata ai disabili, monta la protesta: "Interrompere le lezioni"

Il comitato "Siamo handicappati no cretini" scende in campo per appoggiare lo sciopero della fame annunciato ieri dal presidente dell'Anffas e lancia un appello ai dirigenti scolastici: "Abbiate il coraggio di rischiare. Se fosse vostro figlio quello escluso cosa fareste?"

"Interrompere le lezioni finchè non ci saranno uguali diritti per tutti". A lanciare l'appello ai dirigenti scolastici di tutta l'Isola è il comitato Siamo handicappati no cretini. Anche quest'anno infatti la campanella non è suonata per gli alunni con disabilità: la scuola è iniziata da due settimane ma i servizi di assistenza igienico-personale, autonomia e comunicazione e il servizio trasporto non sono partiti. Ecco perché Antonio Costanza, presidente di Anffas Palermo e vicepresidente di Anffas Sicilia (Associazione nazionale famiglie di  persone con disabilità intellettiva e relazionale), da ieri ha deciso di inziare lo sciopero della fame con il sostegno dell'associazione, che in Italia conta oltre trentamila persone con disabilità. "Senza questi servizi gli alunni con disabilità - spiegano dall'associazione - non possono andare a scuola o la frequentano male". 

Il comitato Siamo handicappati no cretini appoggia questa iniziativa: "Quello che sta avvenendo in questo momento, come ogni anno, nelle scuole siciliane è indecente. Non abbiamo dimenticato che il ministro della disabilità Fontana aveva detto che da quest'anno le scuole non avrebbero fatto differenze tra gli alunni e che ci sarebbero state le garanzie per quelli con disabilità. Beh stiamo vedendo i risultati. Auguriamo ad Antonio Costanza che lo sciopero sia breve perché possano a brevissimo essere trovate delle soluzioni concrete e diamo a lui il massimo incoraggiamento".

Il comitato chiede pari diritti per tutti gli alunni. Per raggiungere lo scopo ritiene necessaria la collaborazione dei presidi: "Abbiate il coraggio di rischiare. Se fosse vostro figlio quello escluso cosa fareste?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola negata ai disabili, monta la protesta: "Interrompere le lezioni"

PalermoToday è in caricamento