Salute

Entro il 2018 al Cervello il centro per le anemie falciformi

La nuova struttura - che costerà 300 mila euro - ospiterà ambulatori dedicati alla prevenzione, alla diagnosi e alla formazione di medici nel campo della malattia genetica del sangue che attacca il globulo rosso

Nella foto: la visita al cantiere del nuovo centro per le anemie falciformi

Sorgerà entro la fine dell’anno al campus di Ematologia “Cutino” dell’ospedale Cervello il centro di formazione “Prosolidar” per le anemie falciformi. Il nuovo centro ospiterà in una superficie di circa 300 metri quadrati, ambulatori dedicati alla prevenzione, alla diagnosi e alla formazione di medici nel campo dell’anemia falciforme, malattia genetica del sangue che attacca il globulo rosso “falcizzandolo”, ossia cambiandone la forma che diventa appunto a forma di falce. I lavori, che hanno già preso il via, sono stati presentati questa mattina in occasione della ottava edizione del  Thalassemia day, la Giornata internazionale sulla talassemia che si celebra oggi e che in Sicilia sarà caratterizzata da una serie di eventi di conoscenza e di sensibilizzazione sull’anemia mediterranea, promossi dall’Associazione Piera Cutino.

Il nuovo centro costerà circa 300 mila euro, 190 mila dei quali sono stati investiti dalla Fondazione Prosolidar. E’ stato proprio Ferdinando Giglio, Segretario generale della Fondazione Prosolidar, insieme ad Aurelio Maggio,  Direttore dell’Unità operativa Complessa di Ematologia per le malattie rare del sangue e degli organi ematopoietici di Villa Sofia-Cervello, al Direttore dei lavori Silvio Piccolo e al professore Alessandro Garilli, presidente dell’Associazione Piera Cutino, a presentare l’iniziativa che rilancia l’impegno ventennale dell’Associazione Cutino nell’azione di contrasto alla talassemia. “La realizzazione del Campus cinque anni fa – ha sottolineato il professore Garilli – ha segnato un momento fondamentale nella vita dell’associazione nell’impegno contro la talassemia. Oggi questa iniziativa prosegue un percorso importante, reso possibile grazie al sostegno di tanti partner che hanno sposato le finalità e la qualità del progetto portato avanti dall’Associazione e ai quali va il nostro ringraziamento”. 

“La talassemia in Sicilia conta oggi 2.700 i pazienti e oltre 400mila portatori sani – sottolinea Aurelio Maggio. Negli ultimi 20 anni sono stati fatti enormi passi avanti grazie alla ricerca, e in tal senso molto si deve all’Associazione Cutino che ha offerto un contributo fondamentale.

Adesso questo nuovo centro ci consentirà di formare il personale sanitario, non solo in Sicilia, che si trova in prima linea nell’affrontare l’anemia falciforme, malattia che ha origine nelle aree sub-sahariane. Il centro consentirà anche a tanti pazienti di accedere a protocolli clinici e metodologie scientifiche per la diagnosi e la riduzione della mortalità”.    

I venti anni di attività dell’Associazione Cutino (nata nel 1998) sono stati il leit motiv dell’evento che si è svolto stamane nell’aula magna Vignola del Cervello, per fare un bilancio sulle iniziative svolte, ma anche per presentare i nuovi progetti, insieme ai numerosi partner che hanno sostenuto e continuano a sostenere l’Associazione. Fra i partecipanti l’assessore comunale alla cittadinanza sociale, Giuseppe Mattina, i medici del Campus di Ematologia, i rappresentanti dell’Associazione nazionale finanzieri d’Italia con il neo Ufficiale della Repubblica Leonardo Gentile, rappresentanti di Unicredit, del Conad Sicilia, di Novartis, del Telimar, Valentino Orlandi Presidente di United, e gli studenti dell’Istituto comprensivo Cruillas e dell’Istituto statale Odierna di Palma di Montechiaro. Fra le iniziative di informazione e prevenzione previste per tutto il mese di maggio in questa VIII Edizione del Thalassemia Day, la diffusione, grazie al Patrocinio di FederFarma Sicilia, in tutte le farmacie siciliane di materiale informativo sui Centri di Talassemia pubblici in cui poter eseguire il test del portatore sano di Talassemia, che è gratuito per le donne. Anche quest’anno madrina dell’iniziativa è Stefania Petyx. Sarà inoltre presentata una nuova applicazione per gli utenti del Campus di ematologia “Cutino” che semplificherà e snellirà le procedure di prenotazione dei vari servizi.Infine, un evento di raccolta fondi il 30 maggio al Telimar di Palermo. Intanto il volto del nuovo testimonial della campagna del 5x1000 dell’Associazione Cutino è la scrittrice sarda Michela Murgia che succede così a Teresa Mannino, testimonial 2017, e agli altri personaggi che hanno avuto lo stesso ruolo negli anni precedenti, Rosario Fiorello, Stefania Petyx, Pif, Emma Dante, Isabella Ragonese e Nicole Grimaudo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entro il 2018 al Cervello il centro per le anemie falciformi

PalermoToday è in caricamento