Riflettori accesi sulla fibrillazione atriale, esperti a Palazzo dei Normanni

Sabato 8 giugno, nella Sala Gialla “Piersanti Mattarella”, più di trenta esperti provenienti da diverse parti d'Italia, ma anche da alcune località europee, faranno il punto, su tutti gli aspetti legati a questa patologia cardiologica e al suo trattamento interventistico

E' l'aritmia più diffusa nel mondo e tende a crescere con l'aumentare dell'età. Erroneamente considerata in passato come una patologia non pericolosa per la vita, può avere effetti che, in alcuni casi, possono rivelarsi invalidanti come l’ictus ischemico. Alla fibrillazione atriale è dedicato il congresso dal titolo “1st Palermo Expert Meeting - What's up on: atrial fibrillation ablation”, che si svolgerà sabato 8 giugno a Palermo, nella Sala Gialla “Piersanti Mattarella” del Palazzo dei Normanni. Più di trenta esperti provenienti da diverse parti d'Italia, ma anche da alcune località europee come Tolosa, Francoforte e Linz faranno il punto, nell'arco di tre sessioni, su tutti gli aspetti legati alla fibrillazione atriale e al suo trattamento interventistico.

La prima sessione sarà dedicata all'intervento di ablazione della fibrillazione atriale, seguiranno approfondimenti su orizzonti e prospettive terapeutiche per i pazienti sottoposti ad intervento, anche grazie al supporto di un team medico multidisciplinare, per concludere la giornata con l'esposizione di quattro casi clinici.

Responsabili scientifici dell'evento sono Giuseppe Coppola, dirigente medico della Uoc di Cardiologia del Policlinico Universitario “Paolo Giaccone” di Palermo, e Giuseppe Sgarito, dirigente medico della Uoc di Cardioligia dell’Arnas Civico - Di Cristina Benfratelli di Palermo. “È un evento interamente dedicato alla fibrillazione atriale ed in particolare al suo trattamento interventistico – spiegano i responsabili scientifici – al fine di offrire un panorama clinico, scientifico e tecnologico non solo agli addetti del mestiere, ma anche a cardiologi non aritmologi, internisti e medici di medicina generale allo scopo di implementare e perfezionare i trattamenti, in particolare quello ablativo, ancora oggi consigliato e meno indicato rispetto a quanto richiesto dalle indicazioni espresse dalle linee guida internazionali vigenti. Abbiamo coinvolto una faculty di primo ordine, costituita da alcuni dei migliori esperti in campo nazionale ed internazionale, che si renderanno disponibili per discussioni approfondite al fine di chiarire ogni aspetto o curiosità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'evento si svolge con il patrocinio dell'Assemblea regionale siciliana, del Policlinico “Giaccone” e dell'Arnas Civico. Provider e segreteria organizzativa sono a cura di Biba Group.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento