Mercoledì, 20 Ottobre 2021
PalermoToday

Beni culturali, Schillaci (M5S): "Basta melina, la Regione stabilizzi i catalogatori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Siamo vicini ai catalogatori che anche nelle scorse ore hanno giustamente manifestato davanti all’assessorato regionale ai Beni culturali perché ancora precari dopo ben 14 anni. A tale proposito ho appena depositato una richiesta di audizione urgente in quinta Commissione. Questi lavoratori, che mandano letteralmente avanti i nostri Beni culturali, vivono in un limbo occupazionale, senza alcuna garanzia contrattuale nonostante una legge regionale ed una sentenza della Corte costituzionale a loro favore”.

A dichiararlo è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Roberta Schillaci, componente della commissione Cultura Formazione e Lavoro che ancora una volta incalza la Regione Siciliana alla stabilizzazione dei circa 400 lavoratori in forza negli uffici dei beni culturali siciliani.

“La cosa paradossale - spiega Schillaci -– è che secondo quanto previsto da una norma della finanziaria in discussione in queste ore all’Ars, la Regione potrebbe avvalersi della collaborazione di dirigenti o personale esterno a tempo determinato, quando alcune competenze sono già all’interno della macchina organizzativa. Tra l’altro vi è una sentenza della Corte Costituzionale che riconosce il loro diritto a passare di ruolo ai sensi di una legge regionale del 2007. Musumeci, Samonà e soprattutto il neo assessore alla Funzione Pubblica Marco Zambuto non perdano tempo ulteriore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni culturali, Schillaci (M5S): "Basta melina, la Regione stabilizzi i catalogatori"

PalermoToday è in caricamento