rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Riparte la Ztl e non si placano le polemiche: "Orlando spieghi perché è stata riattivata"

I consiglieri della Lega, Igor Gelarda e Sabrina Figuccia, chiedono la convocazione immediata del sindaco in Aula. "Dopo un anno e mezzo di Covid la città è in ginocchio". Confimprese a Sala delle Lapidi: "Se la mozione non basta si faccia una delibera"

Riparte la Ztl ma non si placano le polemiche e le richieste di sospensione del provvedimento. Oggi l'amministrazione comunale ha riattivato i divieti nelle ore diurne (dalle 8 alle 20, dal lunedì al venerdì), malgrado la mozione approvata la scorsa settimana dal Consiglio comunale.

Il sindaco Orlando e l'assessore Catania tirano dritto; a Sala delle Lapidi però c'è chi insiste: i consiglieri della Lega, Igor Gelarda e Sabrina Figuccia, chiedono la convocazione immediata in Aula del primo cittadino. "Vogliamo sentire dalla sua viva voce le ragioni che lo hanno portato a riattivare la Ztl. Vorremmo che spiegasse, in un dibattito aperto, ai consiglieri e ai cittadini palermitani, perché ha deciso di accanirsi contro la città con questo provvedimento fuori da ogni logica e buon senso. Anche i renziani in Consiglio hanno capito di aver sbagliato".

"Nell'agosto 2020, infatti, non avevano avuto il coraggio di votare la prima mozione per bloccare la Ztl e si erano platealmente smarcati uscendo dall'Aula - aggiungono Gelarda e Figuccia -. Mentre oggi, seppur un po' goffi in questa loro neo opposizione, poco credibile - dopo quattro anni passati a devastare la città insieme ad Orlando - hanno votato per bloccare il provvedimento. A prescindere da chi è stato in maggioranza per convenienza o per incapacità e miopia politica, la situazione è completamente cambiata anche rispetto all'anno scorso. Dopo un anno e mezzo di Covid l'economia della città è completamente in ginocchio. Orlando venga e abbia il coraggio di affrontare il Consiglio". 

Fuori da Palazzo delle Aquile tra coloro i quali si schierano contro la Ztl spicca Confimprese Palermo. Il presidente Giovanni Felice invoca l'intervento del Consiglio comunale: "Se la mozione non basta i consiglieri facciano una delibera. Ricordo a me stesso che la Ztl è stata introdotta dal Pgtu con delibera consiliare, che quindi lo stesso Consiglio può modificarlo. Chi ha votato la mozione precedentemente citata, se effettivamente ritiene, come io penso, che la sospensione della Ztl possa dare una mano alle imprese, deve proseguire, anche in relazione alla scarsa sensibilità politica ed istituzionale mostrata dalla Giunta, nell’azione già avviata".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte la Ztl e non si placano le polemiche: "Orlando spieghi perché è stata riattivata"

PalermoToday è in caricamento