Ztl, Confesercenti: "Il Comune parli con le associazioni"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Abbiamo ribadito più volte di non essere d'accordo con la Ztl così organizzata, ma non con il provvedimento in se stesso, se ridimensionato e pianificato insieme alle associazioni. L'assenza di dialogo con l'amministrazione che non ci ha mai ricevuto, i costi non differenziati dei pass per chi ha una ditta nella zona eventualmente interessata e il coinvolgimento di un'area troppo vasta sono sempre stati i punti ritenuti critici da Confartigianato". A dichiararlo è Nunzio Reina, presidente di Confartigianato Palermo.

"I legali del Comune e dell'Amat - aggiunge - hanno depositato al Consiglio di Giustizia Amministrativa le rispettive memorie in merito al ricorso presentato contro il provvedimento del Tar che ha sospeso la Ztl - prosegue - ma le motivazioni che hanno spinto la nostra associazione a dire 'no' a quanto pare non sono state recepite. Noi attendiamo che i giudici si pronuncino a novembre, se abbiamo avuto torto, saranno loro a dirlo".
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento