Ztl, il Cga accoglie il ricorso del Comune ma lancia il monito: "No a tasse occulte"

Il Consiglio di giustizia amministrativa dice sì a un provvedimento contro l'inquinamento, allo stesso tempo chiede "prudenza" all'amministrazione e invita ad aspettare l'udienza di merito del Tar

Il Cga dice sì alle Zone a traffico limitato - anche a titolo oneroso - per contrastare l’inquinamento provocato dal traffico automobilistico, ma invita il Comune alla “prudenza” in vista dell’udienza di merito fissata dal Tar per il prossimo 9 novembre. L’ordinanza numero 389 depositata oggi dai giudici amministrativi, pur accogliendo il ricorso del Comune e dell’Amat (perché “non ci sono gli estremi della gravità e della irreparabilità”), contiene un monito: “Il riesame dovrà avere riguardo al necessario coordinamento delle misure adottate con altre misure di contenimento delle emissioni inquinanti, non potendo la tariffa per l’accesso alle Ztl risolversi in una surrettizia (e ulteriore) forma di tassazione locale destinata a tutt’altri fini, né soprattutto in un permesso generalizzato, purché a pagamento (cd. road pricing)”.

Ecco perché il Cga rimette “alla responsabilità dell’amministrazione comunale di valutare attentamente se dare immediato avvio alle misure concretamente adottate oppure se - come parrebbe più prudente - verificarne e riesaminarne la piena legittimità alla luce (quantomeno di talune) delle censure del ricorso di primo grado che il Tar ha già delibato favorevolmente, sulla base di rilievi accurati e puntuali”. 

Secondo il Cga, dunque, sarebbe meglio apportare alcuni correttivi per non incappare a novembre nella “mannaia” del Tar. Ad esempio potenziare il servizio di trasporto pubblico urbano, ma anche “calibrare le eccezioni al divieto di circolazione in tali zone sulla base di esigenze oggettive (quali a titolo esemplificativo la residenza o il luogo di lavoro all’interno delle zone anzidette)”. Così scrivono i giudici del Cga dopo il "congelamento" da parte del Tar delle Ztl, ritenendo che non si è configurato un danno grave e irreparabile. Ovvero i 100 euro (90 per i residenti), chiesti per la Ztl, non sono una somma eccessiva e, in tutti i casi, il Comune ha dimostrato di essere capace di rimborsarli.

Nell’ordinanza si legge che “i provvedimenti del Comune, istitutivi di due zone a traffico limitato sottoposte a tariffazione, a fronte di dati allarmanti e incontestati relativi all’inquinamento atmosferico, si muovono nel solco di esperienze già avviate da anni in molte altre città d’arte italiane, fatto salvo il giudizio sulla congruità delle misure qui in concreto prescelte”.

Comune e Amat, al momento, non commentano nel merito la decisione del Cga nè “quanto dichiarato dai ricorrenti, soprattutto - dichiaraa il sindaco Leoluca Orlando - per non scadere ai livelli di inutile e volgare polemica e di insulti personali cui qualcuno si è abbandonato nelle scorse settimane”.

Sul fronte opposto, ovvero quello dei cittadini e delle associazioni che si sono rivolti al Tar contro le Ztl, parla l’avvocato tributarista Alessandro Dagnino. Secondo il legale di Bispensiero, Vivo Civile, Confcommercio e Confartigianato “il Cga ha confermato la natura fiscale di questa Ztl. Dubito che possa essere riattivata subito, tant’è che dice al Comune che se va avanti lo fa sotto la sua responsabilità”. “Il ricorso di Comune e Amat è stato accolto solo sotto il profilo formale. Nella sostanza - precisa il legale - il Cga concorda con il Tar e con i cittadini. Per noi si tratta di una grandissima vittoria: viene confermato il principio che chi inquina paga, anziché il 'chi paga inquini pure'. Per la prima volta in Italia abbiamo dimostrato che questo tipo di Ztl viene considerata una tassa occulta”.

Quali saranno adesso le mosse dell'amministrazione? Molto probabilmente qualcosa si saprà dopo la Giunta convocata stasera dal sindaco Leoluca Orlando. Staremo a vedere se l'amministrazione comunale deciderà se ripartire subito con la Ztl (un'opzione sarebbe dal primo luglio) oppure aspettare l'udienza del Tar di novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • "Palestra trasformata in un ambulatorio del doping", 4 arresti e 16 indagati

  • Reddito cittadinanza, il caso di una coppia di Palermo: "Mentono al Fisco, card sequestrata"

  • Quando Totò Riina fu arrestato: "In carcere le guardie gli urlavano 'Stai zitto, prigioniero'"

  • Calogero non ce l'ha fatta: morto il 27enne malato di linfoma che ha commosso l'Italia

Torna su
PalermoToday è in caricamento